Ancora incatenati e in sciopero della fame per gli stipendi arretrati

I lavoratori di una ditta di Clivio sono in piazza Libertà dal 3 gennaio. Prima in quattro, ma da ieri in tre perché uno di loro è stato ricoverato in ospedale

Tre sedie, quattro cartelloni per far "sentire" la loro voce, e le catene alle caviglie. Liviu Costel Fasan, Dumitrel Pasare e Sorin Grigore sono incatenati e in sciopero della fame in piazza Libertà, davanti alla Questura e alla Prefettura, dal 3 gennaio. «Chiediamo il pagamento degli stipendi arretrati da parte della nostra azienda».
I tre lavorano in una ditta di autotrasporti di Clivio, la Maggi SrL. «Un po’ tutti abbiamo arretrati che variano fra i 7 e gli 8mila euro. Ieri (venerdì 18 gennaio) avrebbero dovuto pagarceli, ma è arrivata solo una minima parte dei soldi. E noi rimaniamo qui». Di giorno stanno li seduti, la notte dormono nel ricovero degli Angeli Urbani. «Fino a ieri eravano in quattro qui a presidiare – raccontano -, ma Sebastian è stato male ed è stato ricoverato in ospedale».
In questi giorni si sono susseguiti gli incontri con il Prefetto, i sindacati e la società per cercare una soluzione. La proprietà ha ammesso i ritardi, anche se di entità minore rispetto a quella descritta dai lavoratori, e nei giorni scorsi aveva confermato l’intenzione di pagare gli arretrati.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.