Caso Boateng, Anpi: “Estremismo incontrollabile di natura razziale in provincia di Varese”

In una nota dell'associazione si parla di legami con gruppi estremistici di Milano, como e Pavia e con "con associazioni pseudo culturali e gruppi o movimenti politici"

 Di seguito il comunicato stampa relativo ai fatti occorsi ieri allo Stadio Speroni in occasione dell’incontro di calcio tra Pro Patria e Milan a firma dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia, Anpi di Busto Arsizio

"E’ oramai noto a tutti, a livello nazionale, cosa sia successo nel corso della partita di calcio AMICHEVOLE tra Pro Patria Busto Arsizio e Milan: i continui "buuuuuuu" a sfondo razzista e la conseguente reazione di un giocatore del Milan, Boateng, hanno portato al ritiro della squadra milanese ed allo stop definitivo alla partita. Ciò che non tutti sanno è che il gesto di alcuni ultras della pro pratria non è isolato, e che questi "tifosi" si sono resi protagonisti in precedenza di altri gesti ed azioni xenofobe.
E non vi è chi non veda un legame forte e delineato che come un filo nero attraversa tutta la provincia ed arriva a toccare altri pericolosi estremismi presenti tra Milano, Como e Pavia.
La provincia insubrica vede 2 gruppi ultras tra i più pericolosi, perchè oltre agli "skins" di Busto Arsizio, il cui comportamento ha più volte comportato sanzioni pecuniaria alla società sportiva Pro Patria, non possiamo dimenticare i "blood and honour" varesini.
Ogni giorno nella nostra Provincia possiamo notare un passo verso un estremismo incontrollabile di natura razziale.
E non possiamo dimenticarci dei legami che questi gruppi mantengono con associazioni pseudo culturali e gruppi o movimenti politici.

Per Anpi Busto Arsizio
Il Segretario

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.