Melato: “Il PDL sostiene con convinzione il lavoro del gruppo Giovane Cardano”

La coordinatrice cittadina: «Il Popolo della Libertà a Cardano al Campo non vive alcun tipo di spaccatura al proprio interno»

Riceviamo e pubblichiamo

Abbiamo letto con stupore nei giorni scorsi sulle pagine del quotidiano “La Prealpina” che il Popolo della Libertà di Cardano al Campo è stato citato a sproposito nell’ambito di un articolo riguardante le spaccature interne ai partiti e alle liste che hanno preso parte alle elezioni amministrative della scorsa primavera.
Ci teniamo a sottolineare che il Popolo della Libertà a Cardano al Campo non vive alcun tipo di spaccatura al proprio interno, come l’articolo in oggetto farebbe presupporre ai lettori. Quanto viene riportato a proposito di presunte “divisioni” tra un’area laica e un’area cattolica all’interno del PDL cardanese non è altro che una normale dialettica politica tra le due anime che, e non è proprio un mistero né a Cardano né in provincia di Varese né in Lombardia, formano questo partito che rappresenta la prima forza politica del nostro territorio. Il fatto che i due consiglieri comunali eletti nelle file della lista civica Giovane Cardano, appoggiata dal PDL di Cardano al Campo alle elezioni amministrative, appartengano a due diverse componenti politiche (il consigliere e capogruppo Giacomo Iametti è inoltre espressione di un gruppo civico che fa riferimento all’associazione Gerolamo Cardano) rappresenta secondo noi un valore aggiunto e una ricchezza per il nostro schieramento, perlomeno rispetto ad altre formazioni politiche che, dopo essersi battagliate all’ultimo voto alle elezioni primarie, hanno operato una sorta di “repulisti” nelle liste escludendo quella parte di partito che è uscita sconfitta per appena un voto.
D’altra parte, sempre per rimanere sull’onda dei paragoni introdotti nell’articolo del quotidiano “La Prealpina”, la rottura dell’accordo politico tra il gruppo dei Popolari e il gruppo La Tua Cardano, che si è consumata o quantomeno si è resa palese in questi giorni, riafferma la validità del progetto politico che il Popolo della Libertà aveva cercato di mettere a punto per le elezioni amministrative, con grande lungimiranza e generosità politica, per il bene comune della comunità cardanese. Quell’aggregazione dei moderati che il PDL cardanese aveva proposto alle forze politiche e sociali della nostra città, inspiegabilmente rifiutato per perseguire quelli che un candidato alle elezioni regionali definirebbe probabilmente “rapporti politici contro natura”, si dimostra a maggior ragione oggi un’intuizione corretta, che avrebbe potuto essere perseguita fino in fondo per portare l’area moderata, certamente maggioritaria a Cardano al Campo, a giocarsi tutte le sue carte per riconquistare il governo della città e per evitare per l’ennesima volta di consegnare Cardano alle sinistre. Ci auguriamo quantomeno che alla luce degli ultimi avvenimenti si facciano doverose riflessioni e “mea culpa” sull’ennesima occasione persa dai moderati cardanesi.
Per quel che ci riguarda, il Popolo della Libertà a Cardano al Campo sostiene con convinzione e senza alcuna divisione o tentennamento il lavoro del gruppo di opposizione Giovane Cardano, e nel massimo e pieno rispetto dei ruoli e delle diverse sensibilità politiche procede serenamente nella propria attività politica, concentrandosi ovviamente sulle prossime scadenze elettorali del 24 e 25 febbraio. Ogni ulteriore allusione è da ritenersi fuori luogo.
Grazie per l’attenzione.

Milena Melato
Coordinatore PDL Cardano al Campo

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.