Rimborsi, Prina (PD): le bollette non sono di casa mia ma del mio ufficio territoriale

Il consigliere in una nota spiega a cosa si riferiscono le spese contestate

Riceviamo e pubblichiamo
Dopo la pubblicazione delle notizie relative ai rilievi mossi dalla Procura di Milano relativamente ai rimborsi ottenuti durante gli ultimi cinque anni di mandato in Regione Lombardia, il consigliere Francesco Prina, in una nota, spiega a cosa si riferiscono le spese contestate.
“Dall’autunno del 2005, anno in cui sono stato eletto consigliere regionale – dichiara Prina – ho allestito un ufficio territoriale istituzionale per svolgere la mia funzione di consigliere regionale sul territorio. Un ufficio con due vetrine al piano terra in uno stabile di via Caldara n.33, dall’altra parte della città di Corbetta, rispetto al luogo dove risiedo dal 1980. Tutte le utenze e le bollette ENEL e TELECOM che mi vengono contestate sono intestate all’ufficio di via Caldara ed inerenti al suo funzionamento per l’espletamento della funzione di consigliere regionale. In questo ufficio vengono svolti incontri con amministratori locali e cittadini, convegni inerenti alle problematiche del territorio e conferenze stampa.”
“La gestione dell’ufficio è stata affidata alla mia addetta stampa – aggiunge Prina – la quale oltre a tenere l’agenda delle mie attività sul territorio provvede a tenermi aggiornato su quanto accade in campo politico, sociale ed amministrativo. Questo riusciva a farlo, com’è comprensibile, anche leggendo e intervenendo sulla stampa locale. A questo scopo l’acquisto dei settimanali locali diventa strumento strettamente inerente al mio mandato istituzionale. Questo – conclude – è quanto spiegherò ai magistrati. Rimane l’amarezza per essere stato coinvolto in questa vicenda”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 31 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.