“Terra Arte e Radici”: più di 60 eventi per parlare di sostenibilità

La tredicesima edizione della manifestazione avrà inizio il 13 aprile al Castello Visconteo per poi continuare fino al 12 maggio con eventi in 10 comuni della provincia

Il festival primaverile "Terra Arte e Radici" giunge alla sua tredicesima edizione occupandosi di un tema quanto mai attuale, la sostenibilità. Con oltre 60 eventi in 10 Comuni del Gallaratese da qui alla fine di maggio, la rassegna organizzata dall’Associazione Culturale Aleph di Jerago con Orago si conferma un appuntamento ricco e atteso. La manifestazione è il frutto della collaborazione di rete tra l’associazione, 10 Comuni (capofila Jerago con Orago) e i Licei di viale dei Tigli di Gallarate, con il patrocinio di Provincia di Varese, Regione Lombardia, Commissione Europea e in collaborazione con il Parlamento Europeo come spiegato in conferenza stampa, questa mattina, mercoledì 9 aprile.

«È un programma realizzato grazie alla collaborazione tra realtà contigue che hanno costituito un tavolo di lavoro – spiega Daniela Aliverti la presidente dell’associazione Aleph –. “Terra, arte e Radici” è un attivatore di relazioni e idee e quest’anno ha voluto concentrarsi su un tema molto importante come quello della sostenibilità»

Con la consolidata formula che combina gli eventi culturali con le visite guidate ai monumenti e siti a porte aperte, Terra Arte e Radici rinnova la sfida di fare cultura di qualità, valorizzando il territorio e le energie locali e invitando alla riflessione sull’attualità. Quest’anno il filo conduttore della manifestazione, attorno al quale ruotano le proposte culturali dei 10 Comuni coinvolti, è quello della sostenibilità, a 26 anni dal Rapporto Brundtland della Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo (WCED), che nel 1987 introduceva la nozione di “sviluppo sostenibile” come strettamente collegato a un rapporto di solidarietà e responsabilità fra le generazioni e verso il sistema terra. Un tema «reso ancora più centrale, se non imprescindibile, dalle crisi profonde e durature che stiamo vivendo e che ci costringono a modificare abitudini e consumi, a rivedere le prospettive sul futuro e problematizzare la stessa tenuta dei nostri sistemi sociali – continua la presidente di Aleph – se è vero che la questione è per sua natura globale, è altrettanto vero che diventa primario ragionare sui “sistemi locali” e le comunità che vi sono inserite». Ecco perché nell’ottica di Expo 2015 (il cui tema è “nutrire il pianeta”) il BarCamp inaugurale, la “non-conferenza” che come da tradizione si terrà al Castello Visconteo di Jerago sabato 13 aprile alle 15.30, avrà in primo piano il cibo e la sostenibilità alimentare. Insieme ad attori del territorio e non, si cercheranno risposte non convenzionali per la promozione di stili di vita più sani ed equilibrati, di abitudini, come quella dell’utilizzo sulla tavola dell’acqua della rete idrica, di minor impatto sull’ambiente e, più in generale, della lotta allo spreco. Energia, mobilità, welfare, alimentazione, stili di vita, cura dei beni comuni, saranno alcune delle declinazioni nei quali si articolerà il programma di Terra Arte e Radici lungo circa un mese e mezzo, con tre giornate di apertura dei monumenti e dei siti artistici, storici e
naturalistici del nostro territorio (il 14 aprile a Jerago con Orago, il 5 maggio ad Albizzate, Arsago Seprio, Besnate, Casorate Sempione, Cavaria con Premezzo e il 12 maggio a Cardano al Campo, Cassano Magnago, Gallarate, Sumirago). Anche quest’anno saranno protagonisti i giovani, i bambini e le scuole, insieme alle associazioni di volontariato del territorio, tutti uniti ancora una volta in una rete che da 13 anni consente al nostro territorio di ragionare insieme su temi di interesse generale in una cornice ludica e festosa che offre un’opportunità di svago alle famiglie. Tra gli eventi in programma, merita un cenno il laboratorio di cittadinanza attiva con gli studenti dei Licei di Gallarate che verrà realizzato il 17 maggio a Gallarate, presso la Sala Consiliare, in collaborazione con il Parlamento Europeo e con la partecipazione degli onorevoli Antonio Panzeri e Lara Comi.

TUTTO IL PROGRAMMA

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 aprile 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore