Accordo tra Comune e privati: rinasce l’Fbc Saronno

Si chiamerà Fbcs Saronno, con una "S" in più, ma ha la benedezionedegli "storici" tifosi, dell'amministrazione comunale che concede lo stadio e dei privati che ci investono. Si partirà dalla Promozione già per il prossimo campionato

Si chiamerà Fbcs Saronno, con una "S" in più, ma ha la benedezionedegli "storici" tifosi della squadra di calcio cittadina, scomparsa dai campionati nel 2010, nell’anno del centenario. Ed ha anche la benedizione del Comune, che ha concesso l’uso dello stadio e l’impegno a non cedere per tre anni il marchio originale della Squadra. E poi ci sono i privati, riuniti nel Comitato per la rinascita della squadra, guidati da Luciano Silighini Garagnani, che si sono impegnati, dopo una lunga trattativa con il comune, a far ripartire la squadra dalla categoria della Promozione fin dal 2013-2014. 

«L’accordo tra tutte le parti è stato definitivamente raggiunto nella giornata di martedì 1° luglio, in comune a Saronno, alla presenza dei rappresentanti di tutte le parti coinvolte – spiega Silighini -. Con atto notarile è stata costituita la società sportiva FBCS 1910 con denominazione geografica Saronno e contemporaneamente è stato registrato sia il logo per le divise ufficiali che quello dedicato al merchandising. Essendo la riunione col Sindaco Porro finita oltre le ore 14 perché i legali comunali ci hanno chiesto di rifare l’accordo scritto preparato, abbiamo perso la giornata per la registrazione in Tribunale della società, ritardando per questo motivo il già stretto calendario per poter rientrate nei termini massimi per l’iscrizione al campionato 2013/14, ovvero il 10 luglio. Nonostante questo ritardo abbiamo fissato per mercoledì 3 luglio la firma del contratto di acquisizione del 100% delle quote di proprietà di una squadra che gioca in Promozione».

Un successo per cui si dichiara soddisfatto anche il sindaco, Luciano Porro: «Un marchio e logo nuovo che richiamano l’Fbc, è una scelta che porta a una nuova società che porta i colori bianco celesti storici della squadra. Credo che se nei prossimi giorni, se si dovesse concludere positivamente tutta la vicenda, soprattutto se nei prossimi mesi dovesse continuare a manifestarsi questa serietà che sta alla base del progetto, al di là dei risultati sportivi, che comunque ci auguriamo, credo che si potrà anche pensare di concedere l’acquisizione dello storico marchio, oggi di proproetà dal comune. Siamo tutti soddisfatti di questo risultato raggiunto oggi, anche con un pizzico di commozione». 

Serrati i prossimi passi per la nascita ufficiale dell’Fbcs Saronno: «Entro venerdì 5 luglio avremo tutta la documentazione pronta per il deposito presso la federazione calcistica – spiega Silighini -. Oltre ai documenti puramente calcistici, necessitiamo che l’impegno che il Sindaco Porro ha accettato controfirmando il documento da me preparato, diventi delibera comunale approvato dalla giunta e firmata dal Sindaco Luciano Porro e dall’Assessore allo sport Cecilia Cavaterra, in modo che i punti salienti circa l’uso dello stadio Colombo/Gianetti e l’uso dei marchi simili a quelli di proprietà comunale siano ufficializzati legalmente e depositati in federazione. Anche questo documento entro e non oltre venerdì 5 mattina. Siamo rammaricati dal non aver potuto dare ai tifosi la gioia del far rinascere una società denominata Fbc Saronno, ma il Comune non ha voluto in alcun modo cederci l’uso ne del nome ne del marchio ribadendo unicamente la possibilità di darci una licenza che ai fini costitutivi ed imprenditoriali non è di alcun valore d’utilizzo. Ciò nonostante ringrazio il Dr. Luciano Porro per la disponibilità a trovare insieme una soluzione. Gli chiesi di non fare il Sindaco, il politico, ma di fare il Saronnese ed in parte ha seguito il mio consiglio. Con tutta la documentazione firmata e depositata arriveremo perfettamente alla data del 10 luglio, termine ultimo per ufficializzare l’iscrizione al campionato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 luglio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore