Al via “Parabole”, la rassegna cinematografica del Fratello Sole

Inizia con il film "La grande bellezza" la serie di appuntamenti con il cinema che si terrà il giovedì sera

Al Fratello Sole prosegue la rassegna cinematografica Parabole: “un pellegrinaggio – come spiega il curatore Paolo Castelli – pedinando parabole esistenziali da Roma a Santiago del Cile, da Manaus a Gerusalemme, da un’isola immaginaria della Sicilia a Città del Messico, da Parigi a
Istanbul fino ai più sofisticati alberghi di tutto il mondo”. 
Il viaggio parte da Roma, tra i monumenti, la notte, le feste in serie, la noia, il vuoto: La grande bellezza di Paolo Sorrentino (10/10) accumula eventi e persone, aneddoti e maschere, per offrirci una rappresentazione del nulla. Si vola oltreoceano con Il lato positivo di David O. Russell (17/10) – dal best seller di Matthew Quick Silver Linings Playbook – per conoscere la parabola di Pat, malato di disturbo bipolare, e di Tiffany, giovane vedova con problemi di dipendenza, che finiranno per ritrovarsi mano nella mano. Si torna in Italia con Viaggio sola di Maria Sole Tognazzi (24/10), che investiga la parabola di una solitudine, quella di Irene, un’ispettrice alberghiera apparentemente soddisfatta del suo vivere libera e sola; ma qualcosa metterà tutto in discussione. Con un salto nel tempo, si fa tappa nella Francia degli anni ’50: Tutti pazzi per Rose di Régis Roinsard (31/10) è la storia di una ragazza provinciale che sogna di diventare segretaria, dove la guerra dei sessi si tinge di rosa confetto. 
Il figlio dell’altra di Lorraine Levy (7/11) si muove sul confine labile che divide due anime, quella di Joseph, uno svogliato 18enne israeliano pronto al servizio di leva, e quella di Yacine, un brillante palestinese che vive nei territori occupati della Cisgiordania. Vite destinate a non avere niente in comune se non fosse che i due sono stati scambiati alla nascita. Con Amiche da morire (14/11), il debutto di Giorgia Farina alla regia, ci spostiamo in un’isola della Sicilia dove tre donne diverse vivono sospese in un limbo tra bigotteria retrograda e modernità, finché tutto non andrà a rotoli. In viaggio sull’acqua, con una tappa nelle favelas di Manaus, seguiamo Augusta, inquieta protagonista di Un giorno devi andare di Giorgio Diritti (21/11), che si rifugia nella foresta amazzonica cercando di rimettere in sesto anima e corpo. Quando meno te lo aspetti di Agnes Jaoui (28/11) cambia totalmente scenario: un film dove i boschi incantati sono al confine della città,
le streghe cattive usano il silicone, i re sono industriali, i lupi critici musicali, le figlie viziate principesse…Tratto dal libro A nome tuo di Mauro Covacich, Miele di Valeria Golino (5/12) pedina le mosse di Irene che recapita a domicilio la dolce morte ai malati terminali. In costante movimento, Irene corre, nuota, prende treni e aerei, non accetta legami e non si lascia fermare da niente e da nessuno; fino a quando non incontra l’ingegner Grimaldi (Carlo Cecchi) e la coscienza le presenta il conto. Il nostro peregrinare cinematografico si chiude con No – I giorni dell’arcobaleno (12/12), ultimo atto della trilogia di Pablo Larrain sulla storia del Cile: un piccolo saggio su una case-history della comunicazione pubblicitaria, al servizio di una buona causa,
la democrazia. Le proiezioni si terranno dal 10 ottobre al 12 dicembre tutti i giovedì alle 16 e alle 21 e saranno riproposte, salvo sovrapposizione con altri eventi, la domenica negli stessi orari e il sabato sera alle 21.30.

PROGRAMMAZIONE CINEFORUM 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.