Corso di aggiornamento sui tumori di prostata, vescica, rene e testicolo

Il prossimo 4 novembre, l'ospedale Sant'Anna organizza un convegno di "uropatologia" organizzato dall'Anatomia Patologica e dall'Urologia sotto l'egida della Siuro, la Società Italiana di Urologia Oncologica

Il 4 novembre l’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia ospiterà il congresso  “Uropatologia: l’obiettivo sulle questioni critiche per la clinica” (Area Formazione, h. 8.30 – 17), che ambisce a collegare tra loro anatomopatologi, urologi, radioterapisti, oncologi, biologi e chiunque altro a vario titolo si occupi della cura dei pazienti affetti dalle diverse patologie oncologiche della sfera urogenitale.

Il taglio diagnostico delle sessioni di lavoro della giornata non deve ingannare: l’obiettivo è sì offrire principalmente agli Anatomopatologi un’opportunità di aggiornamento grazie alle relazioni di specialisti di fama internazionale, ma tenendo sempre al centro del mirino ciò che è davvero utile per la cura del Paziente che sia  affetto da neoplasie della prostata, della vescica, del rene o, infine, del testicolo.
Al centro dell’evento formativo le esigenze di qualità nella stadiazione dei tumori, nella riproducibilità diagnostica e nell’aggiornamento delle conoscenze, sia sulle nuove entità anatomo-cliniche che sulle nuove acquisizioni della biologia molecolare.
 

L’egida della Società Italiana di Uro-Oncologia (SIUrO), presieduta da Giario Conti, Direttore dell’Urologia del Sant’Anna, serve proprio a garantire quel livello di interdisciplinarietà che oggi è richiesto alla medicina migliore. Del resto al Sant’Anna è attivo da qualche mese un nucleo di Prostate Cancer Unit, che sarà a breve ufficializzato, uno tra i primi in Italia, e quindi l’Azienda Ospedaliera è senz’altro il terreno più fertile per tracciare nuove strade di comunicazione tra specialisti dedicati alla cura di patologie neoplastiche purtroppo così comuni.
Il programma, che è a disposizione sul sito dell’Azienda Ospedaliera (https://extranet.hsacomo.org/tom_hsa_como/dettaglicorso.html?idCorso=9298), prevede sessioni di aggiornamento e discussione sui requisiti diagnostici della “sorveglianza attiva” nel campo della cura dei tumori della prostata e sui principali fattori prognostici anatomopatologici del carcinoma prostatico. Verranno inoltre discussi gli aspetti istologici più critici nel processo razionale che porta il medico a proporre la cistectomia a un paziente portatore di carcinoma della vescica. Verranno poi esposti i principali aggiornamenti in un campo in grande movimento quale è quello degli approcci diagnostici e terapeutici del carcinoma del rene e, infine, verrà dato spazio alle novità biomorfologiche e terapeutiche nel settore dei tumori del testicolo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.