Crugnola scatenato: sua la classifica finale della Irc Cup

Il varesino, sesto assoluto nel rally di Bassano, vince prova e graduatoria generale nella classe R3C scavalcando Michelini e Deila. Peccato per Giò Di Palma, ritirato dopo un grande inizio

Vittoria di tappa, doppio sorpasso in classifica generale e conquista anche della graduatoria di classe: il fine settimana veneto di Andrea Crugnola è di quelli da incorniciare, perché nel Rally Città di Bassano il talento del rallysmo varesino ha messo in bacheca un altro risultato prestigioso.
Crugnola (foto a lato di Amico Rally) si è infatti aggiudicato la serie IRC Cup Pirelli per la classe R3C, challenge che comprendeva cinque prove (Taro, Prealpi Orobiche, Casentino e Valli Cuneesi le precedenti) e che si è concluso proprio con la gara veneta nella quale il portacolori del Team Altered partiva "solo" dalla terza posizione della graduatoria. A bordo della sua Renault Clio e navigato dal fido Michele Ferrara però, Crugnola non ha lasciato scampo ai rivali: Andrea ha vinto ben sette delle otto prove speciali in programma, ha approfittato del ritiro del capoclassifica Michelini e ha scavalcato una vecchia volpe come Piergiorgio Deila conquistando vittoria parziale e classifica finale oltre a chiudere il "Città di Bassano" al sesto posto assoluto alle spalle di quattro bolidi Wrc (ha vinto Fontana su Re) e di una S2000.
«Questo successo è una gioia che voglio condividere con tutte le persone che mi sono state vicine – ha detto Crugnola al termine della corsa – a partire dal team Altered di Buguggiate e dalla scuderia Etruria, passando per tutti i tifosi e sponsor che ci hanno sostenuto in questi mesi. C’erano avversari di alto livello e per questo non è stato facile conquistare questo risultato: sono orgoglioso e soddisfatto». 
Tra l’altro l’unico equipaggio in grado di "strappare" una prova speciale a Crugnola è a propria volta targato Varese. Si tratta dell’altra vettura di Altered, affidata a Giò Di Palma e "Cobra", che nella prima speciale ha clamorosamente staccato il terzo tempo assoluto, Wrc comprese. Purtroppo una foratura nella successiva speciale ha fatto perdere aderenza alla Clio che è stata costretta al ritiro dopo essere finita in un prato. Di Palma può però consolarsi con il trofeo destinato al miglior under 23 dell’Irc Cup Pirelli.
In conclusione le parole del team manager di Altered, Alessandro Borrelli: «Sono felicissimo per Andrea Crugnola e Michele Ferrara perché anche quest’anno, nonostante qualche episodio sfavorevole, hanno dimostrato il loro valore vincendo uno dei campionati più difficili mai visti. Sono invece dispiaciuto per Di Palma che è un giovane dal potenziale incredibile: oltre a del talento davvero poco comune ai più, Giò ha anche delle qualità umane da campione; è un ragazzo schivo e timido ma per lui, più che le parole, parlano i tempi; la fortuna arriverà».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.