Da luogo di menticato a polo della sicurezza, nuova vita per l’area delle fontanelle

Nel volgere di pochi anni quello che era nato come il mercato ortofrutticolo di Varese è passato dall’essere senza uno scopo a sede operativa delle forze di sicurezza provinciali

Da luogo dimenticato a “polo della sicurezza provinciale”. Nel volgere di pochi anni quello che era nato come il mercato ortofrutticolo di Varese, collocato alle fontanelle tra i comuni di Malnate e Vedano Olona e poi mai realmente utilizzato, è passato dall’essere un’enorme struttura senza uno scopo reale a fini pubblici a sede operativa delle forze di sicurezza provinciali.

Galleria fotografica

Inaugurazione polo della sicurezza provinciale 4 di 36

È stato inaugurato questa mattina il nuovo Polo della Sicurezza della Provincia di Varese, sede di Polizia provinciale, Protezione civile della Provincia di Varese, Protezione civile di Malnate e Gruppo Alpini di Varese – Luino. Una sede completamente ristrutturata con gli uffici amministrativi e i capannoni per lo stoccaggio del materiale logistico.
Dopo le tante proposte, più o meno improvvisate, di una riqualificazione della struttura, mai realmente impiegata per l’utilizzo per la quale venne costruita, quello che rischiava di rimanere una cattedrale nel deserto ora è l’avanguardia del coordinamento della prolizia provinciale e dei volontari della sicurezza.
Uffici completamente rinnovati, sale operative, spazi per riunioni e capannoni per lo stoccaggio al servizio della polizia provinciale nautica, faunistica e stradale e alla Prociv provinciale, un corpo forte di 2500 volontari radicati in nuclei sulla quasi totalità dei comuni del territorio.
Il percorso è stato relativamente breve e, come raccontano i rappresentanti degli enti coinvolti, condiviso da tutti con molta sinergia di impegni e di vedute.

La grossa struttura di via Fontanelle ha visto la costruzione di un lotto importante tra il 1989 e il 1991, con successivi ampliamenti nel 1995, nel 2003 e nel 2005. Ma non si è mai arrivati alla realizzazione dell’idea di mercato coperto che si era immaginata. In quell’area è riuscito solo ad operare un privato affittandone una parte, la società Orrigoni-Cedis, che fa capo al gruppo Tigros.
Poi la proposta di destinazione al nuovo polo della sicurezza ha fatto breccia. A muoversi in regia è stata la Provincia di Varese (che insieme al Comune di varese era proprietaria del 75% delle quote proprietarie). L’ente provinciale ha acquisito tutta la proprietà e ha avviato la ristrutturazione degli uffici. Un lavoro, quest’ultimo, affidato a tre aziende varesine per un totale di 1.133.960 euro serviti a ultimare la struttura e adeguarla alle norme vigenti. Questa mattina, di fronte ai tanti volontari della protezione civile e delle forze di polizia intervenute, è stata inaugurata.
Un centro per tutta la provincia che risulta ancor più strategico se considerato alla luce delle parole spese alla cerimonia di inaugurazione da Giuseppe Zamberletti, fondatore della Protezione civile: «Quando è nata la Protezione civile – ha spiegato – abbiamo subito intuito e individuato le Province quali istituzioni di riferimento. E con il senno di poi devo dire che fu una giusta intuizione. E oggi dico che eliminare questo livello amministrativo, che fa da raccordo tra Regione e Comuni, sarebbe un errore gravissimo, che non porterebbe vantaggi, ma semmai grandi rischi. Tra questi vi è anche il pericolo della conduzione della Protezione civile, che rappresenta solo un esempio dell’importanza amministrativa delle Province».

Alla cerimonia di inaugurazione della struttura, situata in via delle Fontanelle a Malnate, erano presenti, oltre al Commissario Straordinario della Provincia di Varese Dario Galli, il sub Commissario della Provincia di Varese Andrea Polichetti, il Prefetto di Varese Giorgio Zanzi, il Presidente Ispro Giuseppe Zamberletti, i sindaci di Malnate e Vedano Olona Samuele Astuti ed Enrico Baroffio, il vicesindaco di Varese Carlo Baroni, l’assessore comunale alla Sicurezza Carlo Piatti, i consiglieri regionali Luca Marsico e Francesca Brianza, il Presidente del gruppo Alpini di Varese Francesco Bertolasi, oltre ai rappresentanti delle forze dell’ordine provinciali e molti sindaci del Varesotto.
«Ora l’obiettivo – ha spiegato il commissario provinciale Dario Galli – è quello di intervenire di volta in volta e nei prossimi anni di far crescere il Polo della Sicurezza, magari creando qui una centrale operativa articolata e che preveda anche la presenza di altre forze dell’ordine della nostra provincia».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Inaugurazione polo della sicurezza provinciale 4 di 36

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.