Il palco del teatro-tenda di Pegognaga “curato” da Saronno

Il comune ha raccolto 7mila euro da donare al comune terremotato del mantovano. I soldi utilizzati per l'illuminazione della struttura che sarà inaugurata sabato

L’illuminazione del palco del teatro-tenda di Pegognaga è stata sostenuta dal Comune di Saronno. La cerimonia di inaugurazione di tutta la struttura, realizzata con il contributo di diversi comuni nei confronti del comune mantovano colpito dal terremoto lo scorso anno, si svolgerà sabato pomeriggio.
Per l’amministrazione comunale saronnese, che tramite il contributo di diverse aziende che hanno venduto prodotti tipici mantonavani per raccogliere circa 7mila euro, saranno presenti il sindaco Luciano Porro e il consigliere comunale che ha gestito la situazione, Giorgio Pozzi. «Siamo contenti di aver contribuito alla rinascita della cultura in questo comune colpito dalla tragedia del terremoto – commenta Porro -. Il sinadco di Pegognaga era venuto da noi qualche mese fa, ora si inaugura questo nuovo teatro tenda che speriamo sia solo provvisorio in attesa della sistemazione di quello definitivo»

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.