“Le tariffe dei parcheggi della clinica Santa Maria aumenteranno del 75%”

I sindacati lanciano l'allarme per la decisione di Multimedica di aumentare (e di molto) le tariffe per parcheggiare all'interno della clinica. Con un presidio giovedì manifesteranno contro la decisione "che segue solo logiche di profitto"

E’ un comunicato unitario quello che CGIL, CISL e UIL scrivono per lanciare l’allarme per quello che sta succedendo nella clinica Santa Maria di Castellanza. "La Direzione di Multimedica S.p.A. ha predisposto l’automatizzazione degli ingressi e la riscossione del relativo pagamento" scrivono i sindacati in un comunicato spiegano che si è verificata anche "la soppressione dei circa 50 posti auto, gratuiti, riservati ai dipendenti".
Ma oltre ai disagi per i dipendenti anche gli utenti si troveranno a dover affrontare nuove tariffe che "porteranno un aumento del 75% dei costi".
E così, se da un lato per i lavoratori che sopportano già una condizione di contratti di solidarietà saranno previsti abbonamenti di 30 euro al mese, dall’altro anche per gli utenti i costi saranno molto più gravosi: la vecchia gestione (Onlus Santamaria) prevedeva il pagamento di 1.50 per la prima ora e 0.50 ogni ulteriore ora sino ad un massimo di 5.00 euro giornalieri. La notte, il sabato e la domenica, invece, il parcheggio era libero e gratuito. Da oggi, invece, la nuova gestione diretta da parte di Multimedica prevede tariffe nettamente più elevate: 2 euro la prima ora e 1.50 le successive senza massimale giornaliero per tutti i giorni della settimana.
La decisione di aumentare le tariffe e la soppressione di posti gratuiti "si ripercuoterà sulla sicurezza stradale: i parcheggi esterni con disco orario sono infatti insufficienti, mentre i parcheggi presenti nelle vicinanze sono quelli di un centro commerciale e del palazzetto dello sport di Busto Arsizio, distanti circa 500 metri dalla clinica, da percorrere su strada extraurbana non illuminata, senza dissuasori di velocità ed in prossimità di zona boschiva". E così se già oggi "molti cittadini parcheggiano in prossimità della carreggiata o in zone boschive limitrofe con grossi rischi sulla sicurezza e l’incolumità delle persone" in futuro la situazione non potrà che  peggiorare.
Nonostante il PGT autorizzato dal Comune di Castellanza per mettere in sicurezza la viabilità e realizzare oltre 400 posti auto "Multimedica preferisce prima guadagnare sulle pelle di lavoratori e cittadini, e solo successivamente, forse, mettere in sicurezza la viabilità", accusano i sindacati.

"Contro la continua logica del profitto a scapito dei servizi per i cittadini giovedì 3 ottobre 2013 si terrà un presidio presso la casa di cura di Castellanza", avvisano i sindacati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.