Il calendario 2015 del Cairoli: un inno alla Cultura

È in vendita il tradizionale calendario del liceo classico che vede coinvolti insegnanti e studenti nella creazione di un omaggio ai classici della letteratura.- I proventi andranno alla Gemma Rara

La Torre di Velate, il teatrino Santuccio, il Sacro Monte, il Campo dei Fiori, Villa Toeplitz piuttosto che il teatrino di Velate o la presidenza del liceo. Sono queste alcune delle location utilizzate da docenti e studenti del classico Ciiroli per realizzare il calendario 2015. Dodici mesi che inneggiano alla Cultura e alla Letteratura. Opere di Moliere, Pirandello, Shekespeare, Goldoni e Cechov sono state interpretate, scegliendo un dettaglio, una situazione, un momento emblematico che racchiuda la poetica letteraria.

Galleria fotografica

Cultura per dodici mesi 4 di 12

Oltre 50 le foto ha scattate Claudio Meazza per ogni mese dell’anno, un lavoro impegnativo a cui tutti gli interpreti si sono dedicati per passione: « Un modo alternativo ma indubbiamente efficace di fare Cultura anche in contesti diversi» ha sottolineato il preside Salvatore Consolo. Ogni foto è corredata da una breve didascalia con la citazione e gli interpreti. Tutti i dettagli, i costumi, le inquadrature sono state studiate per la miglior resa scenica. 

Il calendario si può trovare al liceo o alla Libreria del Corso a un costo di 8 euro anche se sono graditi contributi superiori perché i proventi andranno a sostenere l’associazione Gemma Rara che si occupa di malattie rare. Le malattie genetiche colpiscono il 3% dei nati, sono più di 7000 e riguardano, in Italia, un milione e mezzo di persone. Si stima che le malattie genetiche rare colpiscano circa 200 nati ogni anno, nella sola provincia di Varese. 

Il progetto che la gemma rara sosterrà nel 2014 riguarda l’introduzione di una nuovissima tecnologia (Next Generation Sequencing) che consentirà sul territorio di Varese un sensibile incremento delle possibilità diagnostiche in diversi ambiti quali ipoacusia congenita, autismo, disabilità intellettiva. La tecnologia Next Generation Sequencing consentirà anche di identificare  nuove mutazioni geniche responsabili delle malattie rare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2013
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Cultura per dodici mesi 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore