Quattro assessori per Bellora, opposizioni perplesse sul clima in maggioranza

La giunta chiusa in extremis nella giornata si martedì, prima del consiglio comunale. Il sindaco: «Percorso travagliato». Le minoranze: «I primi passi non sembrano buoni»

Alla fine la giunta è arrivata anche a Cardano al Campo. Il sindaco Angelo Bellora l’ha chiusa in extremis nella mattina di martedì 24 giugno e poi comunicata la sera stessa al primo Consiglio comunale: quattro assessori, anche se Cardano può averne fino a cinque. Vincenzo Proto – il più votato alle elezioni – sarà vicensindaco e si occuperà di lavori pubblici, partecipazione, ecologia e viabilità; Andrea Franzioni viene riconfermato alla cultura e all’istruzione e anche Daniela Tomasini (inizialmente poco disposta a rifare l’assessore, ma in giunta è necessaria la praità di genere) vede confermata la delega alle politiche sociali; Elena Mazzucchelli (che nella precedente amministrazione era presidente del consiglio comunale) è delegata a pari opportunità, commercio e urbanistica. Il sindaco tiene la delega "pesante" del bilancio, oltre a quelle alla polizia locale, alla protezione civile, al lavoro.
Bellora, per primo, non ha nascosto le difficoltà davanti ai consiglieri e ai cittadini in Aula (subito dopo la maggioranza si è divisa sul voto per il presidente del Consiglio). «Sappiamo tutti che Cardano vive un momento particolare con queste elezioni anticipate – ha detto subito dopo aver comunicato la giunta – e questo ha pesato sia sulla scelta di come presentarci alle elezioni che su quelle dopo. La composizione della squadra è stata travagliata, ma abbiamo trovato la sintesi per governare bene. È mia intenzione, però, fare in modo che la città possa guardare a un futuro di speranza, non dimenticando quello che è successo (a Laura Prati, passaggio su cui il sindaco si è commosso, ndr). Questa amministrazione raccoglie il testimone di quella precendente a partire dai valori della solidarietà e delle coesione sociale».


 

Un clima, quello in Cardano Vive, che le opposizioni hanno più volte sottolineato. «Anche questa volta non rappresentate la maggioranza della città – ha detto il capogruppo di Cardano Rinasce Giacomo Iametti -, ma avete vinto le elezioni e non potete deludere le aspettative. I dissidi all’interno della maggioranza sono gravi, lo dimostra una giunta nata su lacerazioni personali e politiche. Se questo è il primo passo, cosa accadrà nei prossimo mesi? Da parte nostra ci sarà la disponibilità a lavorare insieme se vorrete convidere le scelte per Cardano e non imporre scelte forzate. Ma saremo un’opposizione attenta e rigorosa».
Sulla stessa linea anche Laura Clerici, capogruppo di Cardanoincomune. «Siamo a disposizione per ascoltare e portare avanti la cultura dell’incontro, ma il nostro resta un ruolo di opposizione. Non esprimeremo dissenso a prescindere, ma quando necessario sì. L’amministrazione comunale è democratica quando consente il dissenso e ne tiene conto».
Per Stefano Crocetti, "portavoce" del Movimento 5 Stelle «l’obiettivo è cercare soluzioni nell’ottica di collaborazione e di coinvolgimento dei cittadini. Saremo un’opposizione implacabile, ma vogliamo pensare che questa giunta possa fare bene nonostante questo inizio».
Perplessità a cui il capogruppo di Cardano Vive Rocco Putignano ha risposto assicurando che «la fiducia riposta in noi dai cittadini sarà ripagata dai fatti».


Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Giugno 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.