Arriva l’Università del Calcio: “Una struttura di eccellenza da 70.000 metri quadri”

Oltre 5 milioni di investimento privato e la rivalutazione di una zona abbandonata: è questo che potrebbe arrivare nella zona della Cascina dei Poveri con il progetto proposto da alcuni esponenti del mondo calcistico e che potrebbe concretizzarsi entro pochi giorni

Sono passati 4 mesi da quando sugli uffici comunali è arrivata la richiesta per creare in città una Università del Calcio e da quel momento tutta la macchina organizzativa non si è più fermata. «Nel giro di una decina di giorni -rivela l’assessore Paola Reguzzoni- potrebbe arrivare il progetto definitivo con lo studio di fattibilità per la creazione della struttura».
La responsabile delle opere pubbliche spiega: «Non vi posso dire ancora chi sono i soggetti interessati anche perchè il gruppo continua ad allargarsi ma -assicura- si tratta di importanti personaggi legati al mondo del calcio». L’area nella quale potrebbe venire ad inserirsi il progetto è quella della Cascina dei poveri (nella foto in basso, ndr), su una superficie di 70.000 metri quadri tra l’ITE Tosi e il Sempione. «La zona comprende anche la cascina, al momento fatiscente, che sarà totalmente ristrutturata» anticipa l’assessore e in più «prevederà la costruzione di numerosi impianti sportivi». All’interno dell’area «che rimarrà di proprietà pubblica» verrà così avviata una struttura di eccellenza con un ambizioso obiettivo: «insegnare agli insegnanti ad insegnare il calcio».

 

L’università del calcio che potrebbe nascere a Beata Giuliana, a poche centinaia di metri dal nuovo campus sportivo, porterà in dote un consistente investimento. La cifra precisa non può ancora essere rivelata ma Paola Reguzzoni spiega che «si tratta di un investimento molto superiore aquello per il campus del palaghiaccio» che, al momento, si attesta oltre i 4 milioni di euro. La somma di denaro che servirà per la creazione dell’intero complesso «sarà coperta per più dell’80% dal gruppo» mentre il resto sarà a carico dell’amministrazione. Nelle intenzioni della giunta la propria parte potrebbe essere recuperata da subito attingendo alle risorse che non saranno spese per il campus del palaghiaccio dal momento che «rispetto a quello che ci ha dato la Provincia e quello che noi abbiamo intenzione di investire in quella sede avanza 1 milione di euro». 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.