Estate capricciosa, si chiude la “stagione delle disdette”

Campeggi, spiagge e ristoranti tirano le somme degli ultimi mesi. In molti hanno dovuto fare i conti con prenotazioni annullate e calo di presenze. Tuttavia le attività hanno reagito

La prima campanella di scuola è suonata da qualche giorno, i più giovani sono tornati tra i banchi e per molti le vacanze sono ormai un ricordo. Le attività ricettive sul lago Maggiore si preparano a tirare le somme di una stagione decisamente insolita a causa del brutto tempo che l’ha contraddistinta rendendola una delle più piovose della storia recente. Eppure, raccontano gli operatori, l’estate sembrava essere partita bene: un inizio di giugno caldo e soleggiato aveva fatto ben sperare ma le aspettative sono state spazzate via dal primo temporale.

I campeggi che sul Lago Maggiore lavorano soprattutto con i turisti stranieri, hanno dovuto fare i conti con disdette e cancellazioni: «Contiamo su quest’ultimo mese, rimarremo aperti fino alla fine di settembre – racconta Federica, titolare del Campeggio di Monvalle -. Rispetto alle scorse estati abbiamo avuto richieste di soggiorni più brevi. Anche gli stranieri, che avevano già prenotato per due o tre settimane, viste le previsioni, hanno preferito accorciare le vacanze. Non è stata una buona stagione anche se comunque i turisti non sono mancati». Anche per il villaggio "Lido Boschetto Holiday" di Maccagno non è stata un’estate soddisfacente: il calo, raccontano i lavoratori della struttura, si è registrato soprattutto nella poca affluenza di turisti olandesi, tedeschi e francesi, clienti abitudinari del campeggio.

Lo stesso discorso vale per le spiagge: ombrelloni chiusi e pochi lettini vista lago. Il Beach Bar di Luino "Le Serenelle" ha inaugurato l’estate tra gocce d’acqua e ombrelli colorati. Se da un lato non c’è stato niente da fare per i turisti in cerca di relax e caldo in riva al lago, dall’altro Le Serenelle ha saputo trovare un’alternativa al brutto tempo con aperitivi, eventi e degustazioni offrendo un servizio di bar e ristorazione che, se non pareggiato, ha saputo risollevare la situazione.

Hanno lottato con il tempo capriccioso anche Pro Loco e sagre di paese: Matteo Geronimi, presidente della Pro Loco di Castelveccana, si dice tuttavia soddisfatto di come si è conclusa la stagione nella cittadina sul Verbano: i loro eventi sono iniziati il 24 aprile con un concerto e sono finiti il weekend del 6 e 7 settembre con la polentata e risottata in piazza lago. «Grazie alla struttura coperta il team Pro Loco ha saputo gestire serate di brutto tempo garantendo, a un pubblico internazionale e del luogo, cene, concerti e Festival. Nonostante il tempo abbiamo lavorato tanto e siamo contenti di come chiudiamo la stagione. Parlare di bilancio in termini di costi è presto e non è quello che a noi interessa. Non è la cucina ciò su cui registriamo cali e aumenti. L’affluenza di persone agli eventi e concerti anche in giornate di pioggia è sempre stata tanta e questo è il ringraziamento più grande, segno del fatto che il lavoro che facciamo viene apprezzato e seguito, con o senza ombrello. È questa la linea che vogliamo tenere anche per il 2015».

«Quello che ha fatto la differenza rispetto agli anni passati – commenta Ombretta Viganò, titolare del ristorante la Vela di Castelveccana – è stata la possibilità di avere clienti che arrivano dal lago con la barca. Abbiamo avuto anche prenotazioni e disdette prima di sera. Questo è mancato tanto e tutto a causa del maltempo. Nonostante ciò comunque la perdita registrata non sarà eccessiva e non ci saranno sorprese di grandi cali grazie alla primavera che ci ha permesso di lavorare tanto e pareggiare i mesi caldi».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.