Fratelli d’Italia: “Sui rifugiati noi terroristi come i Marò”

Continua la battaglia di Francesco Attolini contro l’accoglienza dei richiedenti asilo in città. Questa volta se la prende con la senatrice Laura Bignami, commettendo però qualche errore. A partire dal partito politico

E’ da oltre un mese che il gruppo di Fratelli d’Italia, per bocca del suo referente cittadino Francesco Attolini, protesta contro l’accoglienza dei richiedenti asilo politico in Italia. Il partito era anche pronto a scendere in piazza paventando, tra le altre cose, anche un rischio di contagio dell’ebola. Una eventualità del tutto infondata dal momento che il periodo di incubazione del virus è di soli 21 giorni e che le modalità di diffusione del contagio non sono così semplici (basta leggere le informazioni diffuse dal Ministero della Salute o dell’OMS).
Ma oggi, dopo la visita della senatrice Laura Bignami nel palazzo di via dei Mille che ospita circa 50 persone in attesa del riconoscimento dell’asilo politico per rendersi conto della situazione e tranquillizare i cittadini, Attolini torna sul caso. Critica l’onorevole che, pur essendo un ex 5 stelle ora del gruppo misto, viene indicata come esponente del Partito Democratico e definisce il "terrorismo psicologico" portato avanti dal suo partito pari a quello del quale sono accusati i Marò. 
Vi proponiamo il documento integrale arrivato in redazione:

On.Bignami la fondatezza delle vostre accuse di terrorismo psicologico nei miei confronti sono paragonabili a quelle ipotizzate di terrorismo Internazionale da parte deella NIA (Polizia Indiana) nei confronti dei nostri 2 fucilieri di Marina,ossia nulla.
Nonostante non sia stato io a parlare per primo del rischio ebola a Busto Arsizio mi avete ignobilmente attaccato di terrorista psicologico. Voi non siete democratici anche se nel vostro logo del partito sta scritto così. Il rischio ebola non sta né in cielo né in terra? sta in Africa Occidentale e mi auguro non arrivi qui,né a Busto né in Italia perché le dichiarazioni di Obama e OMS di ieri non sono confortanti.

OMS: “epidemia senza precedenti. 300 operatori sanitari sono stati infettati e circa la metà di loro è morta. 2.500 morti e quasi 5.000 infettati.” Obama: “L’Ebola è fuori controllo per affrontare l’emergenza il governo degli Stati Uniti invierà tremila militari in Africa occidentale. I militari forniranno sostegno medico e logistico, e aiuteranno ad aumentare il numero di letti in ospedali per isolare e curare i malati. Il personale militare formerà inoltre circa 500 operatori sanitari alla settimana, costruirà nella regione 17 cliniche, ciascuna da cento letti, e stabilirà una sede di coordinamento a Monrovia, in Liberia.”

Non sono terrorista psicologico,ma ho tanti amici che hanno finito la pazienza e hanno paura,sia per l’ebola sia per le infiltrazioni di jahidisti tra i migranti, preferiamo aver paura e preoccuparci quando il nemico è lontano perché quando è in casa nostra è troppo tardi. C’era una certa Oriana Fallaci che tanti anni fa aveva paura dei jahidisti ma voi la dinigrastge come fate sempre,già è vero voi siete quelli che stanno sempre dalla parte della Sgrena e Carlo Giuliani,e allora lei stia con la Sgrena,Giuliani e i profughi, io sto dalla parte di Calipari,Girone e Latorre. Tra l’altro per i vostri canoni io sono un terrorista invece Carlo Giuliani era un santo, talmente santo che gli avete dedicato un’aula del Senato.

Ha ragione Bignami non sono clandestini, è vero purtroppo sono solo ex- clandestini x’ tutte le forze in Parlamento tranne noi e Lega hanno abolito il reato di clandestinità per farne scappare 1/3 verso la Francia e il Nord Europa, abili fuggitivi protetti da leggi studiate ad hoc. (tra l’altro vorrei capire se il Ministero dell’Interno continua a pagare alle Associazioni le 30 €/giorno anche per questi fuggitivi) Come capisco l’ex-clandestino che vuol dare il futuro ai suoi 5 figli, è un problema che in Italia viviamo da sempre e questi flussi immigratori non ci aiutano a diminuire il 42% di disoccupazione giovanile,o magari lei sostiene il contrario? Il flusso di immigrati ci costa 15 miliardi l’anno, autotassatevi solo voi comunisti in Italia per mantenerli, apritegli le vostre case e organizzate dei legali “taxi-boat” (senza foraggiare scafisti malavitosi) per andarli a prendere. Se poi vi avanza una nave e volete andare a prendere Salvatore Girone in India, quel viaggio ve lo pago io.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 19 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.