Il Teatro Franzato inizia la nuova Stagione con Porto Teatro

Il programma del laboratorio prevede un percorso sul lavoro dell'attore nel Teatro contemporaneo, inerente metodi e stili del teatro di ricerca e di sperimentazione

teatro franzatoSi aprono domani le iscrizioni per la VI edizione del Laboratorio Porto Teatro, edizione 2014, condotta dal regista-pedagogo Paolo Franzato, con la collaborazione del suo assistente Marco Rodio. L’iniziativa artistica, culturale e pedagogica si svolgerà a Porto Ceresio (Va) a partire da mercoledì 24 settembre 2014 per un totale di 10 incontri fino al 3 dicembre, presso la Sala Polifunzionale e la Sala "Luigi Mocellin" della Biblioteca Comunale in Piazzale Luraschi, proprio sul lungolago ceresino.
Il programma del laboratorio prevede un percorso sul lavoro dell’attore nel Teatro
contemporaneo
, inerente metodi e stili del teatro di ricerca e di sperimentazione. Gli esercizi saranno rivolti al training psicofisico, alle tecniche corporee e vocali, alle improvvisazioni teatrali.

Le tecniche di riferimento sono assunte dal teatro corporeo, teatro coreografico, mimo, butoh, con uno studio teorico e pratico dei principi della Pedagogia Teatrale e dell’Antropologia Teatrale. Il lavoro su se stessi, sul gruppo, sulle relazioni sceniche, sulla Persona, sull’essere Attore e Personaggio. Esercizi di allestimento, composizione e montaggio scenico. Per un Teatro dove si impara a non "recitare" (inteso come finzione), ma si cerca di Essere (reali, veri, autentici, sinceri).
Il laboratorio è svolto con la collaborazione del Comune di Porto Ceresio e il Patrocinio della Provincia di Varese.
Con questo progetto inizia una lunga e intensa Stagione Teatrale 2014/15 per gli artisti del Teatro Franzato, che saranno impegnati nel tessuto culturale e pedagogico del territorio, del quale ne costituiscono un patrimonio e una eccellenza riconosciuta a livello internazionale.
Paolo Franzato: regista pedagogo varesino, tra i principali esponenti italiani di Pedagogia Teatrale, con 29 anni di carriera teatrale, articolata in spettacoli, attività didattiche e pedagogiche, con molteplici collaborazioni con teatri, artisti e compagnie. Si è formato con i più grandi artisti dello spettacolo internazionale, quali Eugenio Barba, Pina Bausch, Maurice Bejart, Carolyn Carlson, Jerzy Grotowski, Lindsay Kemp, Johann Kresnik, Yves Lebreton, Susanne Linke, Marcel Marceau, Wim Vandekeybus, Sasha Waltz. Ha studiato il teatrodanza Butoh giapponese con il fondatore Kazuo Ohno, e con Yoshito Ohno, Akira Kasai, Kayo Mikami, Maureen Fleming e Chris Odo. 7 i suoi Titoli Accademici: è Laureato in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Bologna e in Scenografia all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Si è perfezionato in Pedagogia delle Arti, in Psicologia dello Sviluppo e dell’Educazione, in Psicodramma e in Pedagogia Sperimentale. Premiato in vari Concorsi Nazionali, è stato protagonista in spettacoli
diretti da celebri registi, come Judith Malina e Hanon Reznikov del Living Theatre, Giuliano Scabia e Arnaldo Picchi. E’ stato docente per le Università di Bologna e di Firenze. Nel 1995 ha fondato e dirige l’Accademia Teatro Franzato. E’ Direttore Artistico del festival Teatro & Territorio e della rassegna Pomeriggi Teatrali. Diverse le pubblicazioni editoriali, innumerevoli gli articoli, quattro le tesi di laurea scritte sul suo lavoro. E’ stato invitato a svolgere attività didattiche per il Programma Erasmus, il Kantonsschule Freudenberg di Zurigo e all’Università di
Bergen (Norvegia) in quanto la sua Pedagogia Teatrale è riconosciuta valido modello europeo.

Per le informazioni e le iscrizioni rivolgersi a: Teatro Franzato tel. 347.4657358.

www.franzato.it
www.facebook.com/TeatroFranzato
https://twitter.com/TeatroFranzato
www.linkedin.com/in/TeatroFranzato
www.google.com/+PaoloFranzato

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore