Nuova mozione di sfiducia contro l’assessore Clerici

L'hanno sottoscritta Mirabelli (Pd), Cordì (Sel), Nicoletti (Movimento libero)

Presto, il Consiglio comunale sarà chiamato, a discutere e a votare, in seduta pubblica e a scrutinio segreto, una nuova mozione, sottoscritta da Fabrizio Mirabelli (PD), Rocco Cordì (SEL), Alessio Nicoletti (Movimento libero) per ritirare le deleghe all’Assessore Clerici «per quanto da lui non fatto, in tre anni e mezzo, nella sua qualità di Assessore alla Tutela ambientale». Luciano Ronca di Varese & Luisa invece specifica di non aver firmato e che sta valutando l’opportunità di sottoscrivere il documento.

Lo scrivono i consiglieri proponenti in un comunicato. E aggiungono: «La "furbata" del rinvio, pertanto, richiesta dopo la votazione unanime che c’era stata in conferenza dei capigruppo, è servita solo a palesare la debolezza della maggioranza di centrodestra, timorosa che qualcuno, al suo interno, possa approfittare dell’occasione per "impallinare" l’Assessore Clerici».

L’ultima mozione doveva essere discussa giovedì sera, ma è stata rinviata.  

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.