Studenti varesini ospiti del Quirinale: “Un’esperienza emozionante”

Sulla strada del ritorno, i ragazzi degli istituti scolastici del territorio commentano positivamente la trasferta romana. Promossa a pieni voti la cerimonia ospitata nel palazzo presidenziale

 

Una gita a Roma ospiti del Quirinale. Non capita tutti i giorni di essere al cospetto del Presidente della Repubblica. Grande emozione, quindi, per i 3000 studenti che hanno preso parte alla cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico che si è svolta ieri, lunedì 22 settembre.

Tra i tanti presenti, anche una delegazione varesina, alunni di alcuni istituti primari e superiori della provincia. «È stata una bella esperienza – commenta Stefano, studente del Keynes di Gazzada – è stata una cerimonia molto lunga ma mai noiosa. Molte le persone intervenute, istituzioni, artisti e sportivi. L’arrivo nel Cortile d’onore, inoltre, è stato davvero emozionante: anche se l’attesa è stata lunga, l’ingresso, con i corazzieri, è stato bel colpo d’occhio»

Positivo anche il commento della docente accompagnatrice Caterina De Sario: « È stato bello vedere la grande energia che si percepiva in quel cortile. Tanti ragazzi entusiasti e pronti a mettersi in gioco. Si rimaneva contagiati da tanta positività. Poi, nel nostro albergo abbiamo incontrato i bambini di due scuole primarie: è stata una vera emozione vedere la loro gioia. Si capisce che il futuro è da costruire con entusiasmo».

Soddisfatti della trasferta romana , gli otto ragazzi dell’Ite Tosi di Busto, una scuola che è ormai di casa al Quirinale: « I discorsi del Presidente Napolitano e del Ministro Giannini – racconta la dirigente Nadia Cattaneo – vertevano sull’importanza del coinvolgimento di famiglie, studenti e docenti per costruire “la buona scuola”». Ciò che ha colpito i ragazzi, però, è stato soprattutto il clima di festa e condivisione che ha caratterizzato l’intera cerimonia

«Non capita tutti i giorni di vivere un momento così» racconta Michela studentessa dell’Isis Fiorini e Pantani di Busto che ha partecipato con sei studenti. I ragazzi hanno apprezzato soprattutto la testimonianza dei campioni in maglia azzurra intervenuti nel Cortile d’Onore del Colle. Campioni che «sono un modello anche nello studio e ai quali noi ragazzi ci ispiriamo: mi piacerebbe un giorno essere come loro», confessa Albé, che oltre a frequentare la classe terza del liceo "Pantani" gioca a pallavolo nella squadra di B1 della Yamamay, allenandosi spesso anche con il team di serie A. Una decisione, quella di avere ospiti i campioni dello sport, particolarmente apprezzata dal docente di educazione fisica Davide Tomanin, che ha accompagnato gli studenti: «la scelta si è rivelata perfettamente azzeccata, proprio per sottolineare il valore del connubio fra scuola e pratica sportiva». Gli allievi dello storico polo scolastico di Busto Arsizio sono rimasti inoltre colpiti dall’invito del capo dello Stato a potenziare il programma europeo di scambi fra alunni delle superiori: «È un progetto importante, che caratterizza la proposta formativa della nostra scuola», puntualizza Lorenzo, studente di seconda al Liceo internazionale per l’Innovazione "Olga Fiorini”. Presente alla cerimonia anche il direttore della scuola, Mauro Ghisellini, che ha partecipato alla cerimonia con lo staff del ministero dell’Istruzione, di cui è consulente.

Oltre agli studenti del "Pantani" e del liceo internazionale, hanno partecipato alla gita romana gli alunni di tutti gli altri indirizzi dell’istituto: Matteo, della classe quinta della scuola di grafica e comunicazione, Alessia, all’ultimo anno dell’istituto tecnico di moda, e due studenti del liceo delle scienze umane: Giovanni, della classe quinta del progetto spettacolo, e Alessia, che frequenta la terza del percorso di moda e design.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.