Un cubo di foto per mostrare “Varese al cubo”

Un volume molto particolare, seconda parte del progetto PLAY x Varese ³, propone un concorso fotografico per Expo 2015 in collaborazione con VareseVive e l'Agenzia del turismo. E cerca fotografi per passione

Come fare per contribuire alla promozione culturale e turistica di Varese e del suo territorio? Si può provare cominciando a scattare una foto.
E’ il contenuto della seconda parte di PLAY x Varese ³, che insieme ad un programma di spettacoli teatrali coordinato da Claudia Donadoni, propone un concorso fotografico per Expo 2015 in collaborazione con VareseVive e l’Agenzia del turismo.

Un concorso che scatta da oggi e si alimenta con i social: soprattutto twitter, facebook e Instagram. Ma che raccoglie le foto anche con la più tradizionale email. Il risultato finale sarà un originale volume di forma cubica: «Una forma che vogliamo sia evocativa di ciò che vuole rappresentare, il fatto che con arte cultura e altri argomenti Varese è “al cubo” – spiega Giuseppe Redaelli, presidente di Varesevive (a sinistra nella foto) – Un modo per coinvolgere i varesini nel processo di Expo, per essere propositivi e non subirlo». Il libro cheavrà le dimensioni di 8 per 8 per 8 centimetri, avrà un numero di pagine considerevole: circa 1500. «Per questo ci appelliamo a fotografi, e appassionati, perchè ci mostrino Varese in tutti i suoi particolari, sui seguenti temi: ambiente, natura, arte, enogastronomia e green economy». Il volume, che verrà donato a tutti i fotografi partecipanti, sarà pubblicato in occasione di Expo, quindi nella primavera del 2015: per incominciare a partecipare fin doi’ora i rieferimenti sono l’hashtag (utilizzabile in twitter e instagram) #playxvarese3 la pagina di Facebook e la mail Playxvarese3@gmail.com.

Il progetto letterario-fotografico si inserisce in un programma più ampio, "PLAYxVarese3", realizzata da Varesevive con la direzione artistica di Claudia Donadoni, il contributo della Provincia di Varese, il patrocinio dell’Agenzia del Turismo ed in collaborazione con il Borgo di Mustonate, che comprende anche appuntamenti teatrali. I primi si sono già svolti nell’estate, al Borgo di Mustonate (“Donne, amore e saudade", Recital poetico musicale su Vinicius de Moraes) e nel Parco di Villa Recalcati ("Miti di celluloide” spettacolo sui "Simboli maschili di tormentata bellezza”).  Il prossimo sarà invece nel 2015: «Si intitolerà “Strie” e sarà dedicato a caccia alle streghe nelle nostre zone, in particolare di quel che succedeva nella valli del luinese e in Canton Ticino» ha spiegato Claudia Donadoni (a destra nella foto),  autrice e responsabile artistica del progetto che si propone di dare visibilità a livello internazionale alla varesinità, è biennale ed finanziato nell’ambito del Bando Provinciale per eventi Expo 2015. Lo spettacolosarà internazionale anche per motivi linguistici: sarà in italiano e dialetto, ma anche in inglese.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Settembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.