Gli studenti del Facchinetti premiati grazie a un kit per la spesa intelligente

Gli alunni della 3AINF sono stati premiati a Roma dal Consorzio Pattichiari per aver realizzato un'azienda con il miglior business plan. 220 le scuole partecipanti e 15 quelle finaliste

Patti chiari, idee illuminanti. Si è concluso con la premiazione di progetti innovativi ideati tra i banchi di scuola il concorso "Sviluppa la tua idea imprenditoriale" promosso dal Consorzio Pattichiari con il supporto di UBI Banca popolare di Bergamo. 

Dopo un percorso didattico che ha coinvolto oltre 53.000 studenti in tutt’Italia, dove hanno appreso i diversi aspetti dell’economia, la gestione dei rischi, la pianificazione del budget, il risparmio, l’indebitamento, la previdenza, la legalità, gli studenti si sono cimentati nel concorso di idee e innovazione per contendersi il titolo di miglior idea imprenditoriale realizzata in ambito scolastico. 50 i progetti presentati e 15 i finalisti, riuniti a Roma per per premiazioni.

Grande soddisfazione per gli studenti della classe 3a AINF (attuale 4a) Tecnico Informatico della scuola “I.S.I.S. C. Facchinetti” di Castellanza premiati per la miglior presentazione. 

I ragazzi, coordinati dalla professoressa Ornella Pili, ha creato l’azienda BUDGET FOR, impresa a forte vocazione ambientale. In particolare, hanno studiato e progettato un sistema di lettura nota spesa. Il  prodotto creato consiste in un Kit shopping delle dimensioni di un IPOD, agganciato al carrello della spesa. Tutte le parti del prodotto sono composte da materiale in PVC derivante dagli scarti puliti di produzione delle aziende dedite alla lavorazione di teli in PVC per piscine, teloni di camion, tende da sole, coperture di imbarcazioni.
Il dispositivo è in grado di interfacciarsi con qualsiasi smartphone dotato di un’applicazione denominata Fast Shopping  attraverso collegamento bluetooth e ricevere i dati della nota spesa dell’utente. Accanto ai prodotti selezionati dal cliente del supermercato compaiono i relativi sconti, se il centro commerciale è dotato del pacchetto applicativo Fast Sale (incluso nel costo di Fast Shopping) a disposizione dei clienti. Il pacchetto Fast Sale prevede anche la possibilità di mostrare ai clienti una piantina del supermercato con la collocazione dei diversi prodotti nei bancali, utile per garantire un acquisto mirato. Per chi non fosse dotato di smartphone gli studenti hanno previsto che il supermercato possa fornire una chiave USB adattabile a Fast Shopping.

La sperimentazione in laboratorio è andata, però, oltre al risultato materiale: «Al termine di questa esperienza – racconta la docente – gli alunni hanno posto le basi per l’attuazione di quella filosofia che va sotto il nome di empowerment e che travalica i confini delle organizzazioni aziendali. Una cultura basata sul rispetto, sulla fiducia , sul valore intrinseco della persona, sulla sua creatività, sul suo senso di responsabilità e di lealtà. Abbiamo scoperto il concetto di leader/servant, dove il capo (che sia il docente, o il superiore nelle future esperienze lavorative, ecc.) non dice cosa fare, ma si pone come esempio, contribuendo a migliorare le capacità di discernimento delle persone». 

Tra le 220 scuole partecipanti al progetto, con il coinvolgimento di 13.000 studenti e 50 lavori in gara, 15 sono stati i progetti selezionati. Oltre al Facchinetti che ha ricevuto il premio per la miglior presentazione, il primo posto assoluto è andato alla classe 3° ITE della scuola “Imiberg” di Bergamo con il progetto Bio NrG s.r.l. per creare un’azienda che opera nel settore delle energie alternative e in particolare nel Biodiesel, come sostituto del gasolio nei trasporti e combustibile per riscaldamento senza modificare motori e caldaie. 
Al secondo posto si è piazzato il progetto Recol dei ragazzi della classe 3° G della scuola “Liceo Scientifico Fermi‐Monticelli” di Brindisi supportata da UBI Banca Carime. Recol vuole valorizzare le risorse naturali del territorio con il recupero e trattamento industriale dei rifiuti liquidi prodotti dalle imbarcazioni. 
Al terzo posto è stato votato il business plan della classe 4 A Tecnicod’Impresa dell’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici V. Capirola, supportata da UBI Banco di Brescia, con il progetto Bio Friendly Wash per creare un’azienda specializzata nel servizio di lavanderia ecologica, rispettosa nei confronti dell’ambiente, che offre servizi personalizzati per clienti privati.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Ottobre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.