Disco d’esordio per gli Hot Complotto: “La vitalità è la nostra fiamma”

La band varesina ha presentato ufficialmente il primo disco con undici brani inediti. Una miscela tra rock e pop e tanta passione per la musica. Ecco come si raccontano

HoT Complotto Si chiama semplicemente “Hot Complotto” il disco d’esordio della band varesina.
Uscito il 9 novembre vede brani inediti dove si esprime tutta la carica emotiva di tre giovani musicisti che hanno deciso di presentarsi al pubblico con pezzi che abbracciano generi diversi.
"In un’epoca in cui è già stato tutto inventato, non ci resta che farlo a modo nostro", scrivono sulla loro pagina ufficiale.
Gianluca, Paolo e Alessio arrivano così alle orecchie di molti (hanno presentato ufficialmente l’album in una serata che ha visto almeno un centinaio di persone) con un disco dove ci sono le grandi schitarrate, i suoni decisi e tanta spensieratezza.

Un disco fresco dove però, non mancano le tematiche attuali. «Ci sono momenti in cui viene naturale buttar giù quello che hai in testa – spiega Gianluca, voce e chitarra del gruppo -. Solo dopo c’è una sorta di lucida follia dove capisci il senso di quello che hai scritto. La musica è anche questo».
Nati nel 2010, dopo diverse esperienze arrivano all’identità di oggi con la giusta attitudine di chi ha deciso di provarci. «Abbiamo fatto due anni di pre-produzione prima di arrivare a capire cosa volevamo. Nel "cassetto" abbiamo più di cinquanta pezzi, scritti dal 2010 ad oggi, ma per questo disco, abbiamo scelto quelli che ci descrivono meglio. Tra noi tre si è creata un’alchimia speciale, molto spesso io un’idea che insieme diventa un brano».

Cresciuti a “pane e musica”, cercano di fare di questa passione un vero lavoro (Alessio e Paolo sono laureati in conservatorio, Gianluca in musicoterapia), nonostante la missione non sia delle più facili. «La viviamo come una sfida positiva. Siamo totalmente emergenti e sappiamo che non è facile ma, in futuro, non vogliamo avere il rimorso di non averci provato. Vogliamo vivere il nostro sogno. La voglia è tanta ed è quella che ci ha spinto a far nascere questo progetto e che ci spinge a portarlo avanti. Ci informiamo, ci mettiamo nelle condizioni per poterlo continuare, di ricevere critiche positive e negative per crescere e per poter operare scelte nel modo giusto».

Poco “incasellabili” in un genere definitivo, nei testi c’è del punk, del pop ma non mancano le influenze funk e la voglia di cercare continuamente una nuova spinta emotiva. Non è un caso che il nome della band prende ispirazione dal movimento punk “The Great Complotto.” «La vitalità è la nostra fiamma. Questo album è stato un gioco di provocazioni e di "disidentificazione", voluto e cercato. Volevamo provare a portare l’ascoltatore al di lá dei preconcetti dettati dai gusti musicali rispetto al genere». Ascoltatevi quindi, queste #traccesporche (così come recita l’hastag che hanno lanciato) e fatevi un’idea di questo nuovo gruppo varesino. 
Il sito del gruppo, clicca qui

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 dicembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore