Omicidio Prati, l’avvocato del Comune: “Pegoraro paghi un euro per ogni cittadino”

Così Giuseppe Candiani, che rappresenta la parte civile nel processo a Giuseppe Pegoraro: "Col suo agguato criminale ha colpito l'istituzione, oltre alla persona". In tutto sono stati chiesti 100 mila euro di risarcimento

giuseppe pegoraro omicidio prati

Oggi è stato il turno delle parti civili nel processo a Giuseppe Pegoraro, accusato di omicidio volontario per aver sparato al sindaco di Cardano al Campo Laura Prati  (deceduta dopo 20 giorni dal fatto per un aneurisma) e di tentato omicidio nei confronti del vicesindaco Costantino Iametti e di due agenti di Polizia che avevano cercato di fermarlo in quel 2 luglio del 2013 quando si presentò in Comune armato fino ai denti. Nella scorsa udienza il pm Nadia Calcaterra aveva chiesto l’ergastolo.

I difensori hanno chiesto, in tutto, circa 100 mila euro di risarcimenti vari ben sapendo che si tratta di cifre simboliche in quanto Pegoraro risulta, sostanzialmente, nullatenente. L’avvocato del Comune,Giuseppe Candiani, ha presentato le sue conclusioni chiedendo un euro a Pegoraro per ogni cittadino di Cardano al Campo, la cifra raccolta verrà donata in beneficenza: «Per noi è più importante la condanna perchè Pegoraro, con il suo agguato criminale, è andato a colpire l’istituzione del Comune» – ha detto.

Il difensore dei due poliziotti, Claudia Santambrogio, ha chiesto 25 mila euro per ognuno di loro mentre l’avvocato di Costantino Iametti, Fabio Bianchi ha chiesto 30 mila euro come provvisionale per il danno biologico patito dall’ex-vicesindaco. La Cgil, infine, tramite il legale Marzia Giovannini si è rimessa alla decisione del giudice Giuseppe Limongelli. Il 31 marzo toccherà concludere all’avvocato Cesare Cicorella che difende la famiglia di Laura Prati e subito dopo toccherà alla difesa dell’imputato con Maria Grazia Senaldi che concluderà prima della sentenza prevista per il 14 aprile.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 03 marzo 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore