L’Anpi di Busto ricorda Cosimo Orrù, magistrato antifascista

La storia del giudice sardo che lavorava a Busto Arsizio sarà al centro di un approfondimento organizzato da Anpi, Comune, Amici di Angioletto e Volontari della Libertà

25 aprile

Nell’ambito delle celebrazioni del settantesimo anniversario della Liberazione, l’ANPI di Busto Arsizio organizza, con la collaborazione dell’Amministrazione comunale, la partecipazione dell’Associazione Amici di Angioletto e della Federazione Volontari della Libertà, il patrocinio della Provincia, un seminario dedicato alla figura di un antifascista bustese deportato nei campi di concentramento. “Cosimo Orrù, un Magistrato nella lotta di Liberazione” è il titolo dell’evento in programma sabato 18 aprile alle ore 15.30 nell’aula magna del Liceo Artistico e Coreutico Candiani – Bausch.

A presentare il seminario sarà Liberto Losa, presidente ANPI Busto Arsizio. Seguiranno i saluti del sindaco Gigi Farioli e gli interventi dello storico Giovanni Focardi (Università di Padova) sul tema “Magistratura e fascismo: una relazione felice?” e dello scrittore, già docente dell’ Istituto comprensivo Bossi, Ernesto Speroni, sulla figura del magistrato, arrestato dalle SS il 20 giugno del ‘44, trasferito nel carcere di San Vittore a Milano, e poi deportato nel campo di Flossemburg, dove troverà la morte dopo aver subito innumerevoli soprusi e atrocità.
L’intervento conclusivo sarà affidato a Luciano Violante, presidente emerito della Camera dei Deputati.

La giornata si aprirà alle 11 in Tribunale, dove verrà deposta una corona sulla lapide dedicata alla memoria di Orrù.

Per informazioni: ANPI Busto Arsizio anpibustoarsizio@gmail.com

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 15 Aprile 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.