“Raccontiamo alle sentinelle in piedi le famiglie gay”

In vista della manifestazione delle Sentinelle in Piedi l'associazione culturale 26per1 ha deciso di non scendere in piazza ma ha intervistato una famiglia omosessuale per raccontare le famiglie arcobaleno

famiglia gay

L’associazione culturale 26per1 ha deciso di non partecipare alle manifestazioni contro le Sentinelle in Piedi che sabato pomeriggio sono previste sia a Varese che a Busto Arsizio.

“Il fatto che in tali manifestazioni -scrivono in una nota- si affermi che l’unione civile omosessuale possa essere considerata uno degli strumenti con cui la società cerca di distruggere l’uomo e la civiltà e sia quindi da considerarsi liberticida nei confronti di chi non ne condivide i presupposti ci trova in forte disaccordo” ma anziché scendere in piazza 26per1 ha deciso di raccontare la storia di una di queste famiglie con un’intervista dal titolo “la contestazione non tace”.

Una famiglia: ci raccontate brevemente la vostra storia?
Ci siamo incontrate quando avevamo 10 anni; ci siamo innamorate a 20 anni; viviamo insieme da quando ne avevamo 30 e siamo diventate mamme a 40. A 50 anni probabilmente ci sposeremo! Anche se forse abbiamo cominciato a considerarci famiglia quando è nato nostro figlio, in realtà lo siamo da quando la vita comune ha concretizzato l’amore e la responsabilità l’una per l’altra.

Continua a leggere l’intervista sul sito di 26per1

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 Maggio 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.