Studenti e genitori promuovono il Liceo Grassi: “Ma si può migliorare”

I risultati del sondaggio proposto dal Comitato Genitori della scuola superiore, con il supporto della dirigenza scolastica, e che ha raccolto oltre 600 adesioni

liceo scientifico grassi saronno

Come migliorare i corsi e l’attività scolastica? Al Liceo G.B.Grassi di Saronno è stato chiesto direttamente a studenti e genitori, con un questionario online proposto dal Comitato Genitori, in accordo con la dirigenza scolastica, e che ha ottenuto oltre 600 risposte.

Sabato scorso, presso l’aula magna del Liceo, alla presenza del dirigente, di molti genitori ed alcuni insegnanti, sono stati presentati i risultati di un sondaggio di autovalutazione lanciato online alla fine di aprile. L’iniziativa, voluta ed organizzata dal Comitato Genitori in collaborazione con il Dirigente Scolastico, è stata rivolta alle famiglie e agli studenti dell’Istituto, che hanno potuto rispondere ad una serie di domande online, in modo completamente anonimo. Il sondaggio è stato proposto con l’obiettivo di misurare la qualità percepita della scuola, di identificare i suoi punti di forza, ma anche di mettere in evidenza eventuali tematiche ed aree di miglioramento, sulle quali possono essere indirizzati gli sforzi congiunti delle componenti scolastiche.

Il sondaggio era composto da una ventina di domande a risposta multipla. Le domande hanno preso in considerazione il grado di soddisfazione degli utenti rispetto all’offerta formativa, alle attività proposte, all’utilizzo degli spazi, agli strumenti a disposizione e al rapporto con i docenti.

Le 600 adesioni sono state quasi equamente suddivise tra genitori (51%) e studenti (49%). Tra questi ultimi è risultata equilibrata anche la partecipazione tra alunni del biennio (47%) e del triennio (53%). Per quanto riguarda la preparazione offerta dalla scuola in linea generale la soddisfazione complessiva è intorno all’80%, mentre in riferimento alla preparazione rispetto al futuro impegno universitario, la percentuale sale addirittura intorno al 90%. «Colpisce il fatto che si tratti di risultati piuttosto omogenei tra genitori e ragazzi e tra biennio e triennio – spiegano dal Comitato Genitori -. Questa percezione è confermata anche da quanti si sono dichiarati pronti a iscriversi nuovamente a questa scuola. Il dato complessivo supera il 70% e va sottolineato il fatto che questa domanda ha totalizzato il maggior numero assoluto di risposte assolutamente positive, sui quattro possibili livelli di gradimento offerti».

A fronte di questo scenario molto positivo, sono emerse in modo chiaro anche alcune aree di possibile miglioramento. Gli studenti, in particolare, esprimono il desiderio di un maggiore sostegno da parte della scuola a coloro che sono in difficoltà (48% degli studenti, 38% dei genitori) e vorrebbero una maggiore valorizzazione del proprio lavoro da parte degli insegnanti.
«Viene anche messo in evidenza il carico eccessivo di lavoro a casa, con conseguente perdita di vita sociale, segno che i ragazzi sentano, oltre all’esigenza di una scuola che li aiuti a migliorare i loro risultati, il bisogno di una vita sociale e sportiva più ampia – spiegano dal Comitato -. Per quanto riguarda l’utilizzo degli spazi e gli strumenti a disposizione arriva chiara la richiesta di una scuola che rimanga aperta e a disposizione anche nel pomeriggio (70% degli studenti e 75% dei genitori), di un numero maggiore di strumenti dedicati alle lingue straniere (85% dei genitori e 75% degli studenti). Mentre sul fronte dell’introduzione di nuove tecnologie nella didattica, a sorpresa, sembrano più interessati i genitori (70%) rispetto agli studenti (55%), un dato che merita sicuramente un successivo approfondimento. Per quanto riguarda la disponibilità della dirigenza ad ascoltare i problemi e a risolverli circa il 70% delle risposte è stata sostanzialmente positiva, segno dell’apprezzamento generale della dirigenza del Prof. Ramolini, all’ultimo anno presso il Liceo, visto il suo prossimo pensionamento».

Soddisfatto Giulio Ramolini, Dirigente Scolastico del Liceo Scientifico G.B. Grassi: «L’idea del Comitato Genitori di un sondaggio da rivolgere agli studenti ed alle loro famiglie, mi ha trovato subito d’accordo perché sono convinto che questo tipo di iniziative non può che portare ad un ulteriore miglioramento, non solo dell’offerta formativa, ma anche del “clima” scolastico con evidenti ricadute positive per tutte le componenti. La serietà e l’entusiasmo con cui è stata condotta l’attività deliberata, i risultati ottenuti, la spinta di energia che è scaturita testimoniano, ancora una volta, l’importanza della collaborazione tra scuola e famiglia.Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato proficuamente su tale progetto ed auguro un futuro ricco di soddisfazione per tutti, in un continuo processo di miglioramento. I cambiamenti che aspettano il Liceo sono tanti e non di poco conto ed occorrerà tenere ben saldo il timone».

Sulla stessa linea anche Alberto Rimoldi, Presidente del Comitato Genitori: «Un lavoro impegnativo ma di grande soddisfazione, sia in termini di risultati che di partecipazione. Un sondaggio fortemente voluto dai genitori ed inizialmente destinato a studenti e genitori nella speranza che dalla prossima rilevazione possa essere anche indirizzato ai docenti. Questa è stata una delle attività che il Comitato Genitori ha sviluppato durante l’anno scolastico che ha visto i genitori impegnati anche su molti altri temi: primo fra tutti, il fruttuoso rapporto con la provincia che è sfociato nel progetto di ampliamento della scuola. Siamo fiduciosi che i risultati di questo importante lavoro possano essere utilizzati da tutte le componenti della nostra scuola per progettare e programmare un nuovo anno scolastico ancor più soddisfacente. Ringraziamo il dirigente scolastico per il supporto all’iniziativa e per averci permesso di esporre i risultati nell’ambito della bellissima mattinata di festa del nostro liceo, in concomitanza con la premiazione degli studenti, nell’ambito del riconoscimento delle “eccellenze”».

Vittorio Roda, Organizzatore e relatore del questionario: «L’idea di questo questionario è stata quella di raccogliere dati oggettivi relativamente alla percezioni da parte degli utenti (studenti/genitori) del servizio offerto dall’Istituto. Sono molto soddisfatto dei risultati e orgoglioso di far parte in modo diretto ed indiretto di questa struttura. Sono convinto che l’opportunità offerta da questo lavoro, possa essere la base per un confronto costruttivo e senza contrapposizioni tra tutte le componenti. Tutti insieme possiamo fare una scuola migliore».

 

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 15 giugno 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore