Apre Zona Franca: un nuovo spazio tra cibo, arte, economia e cultura

Nato dal progetto dell’artista Franca Formenti si presenta alla città con un evento di guerrilla fooding

Arte - Mostre

Da oggi Varese ospita una nuova ‘zona franca‘ che ha come protagonisti i semi antichi liberati. Domenica 13 settembre, alle ore 18.00 in Via Severo Piatti 9, apre Zona Franca, un take away che è anche un luogo di produzione e diffusione virale tra cibo, arte, economia e cultura. Come servizio diurno di ristorazione take away, Zona Franca produce pasti basati sul recupero e l’autoproduzione di semi antichi, sulla biodiversità e sul rispetto di regole etiche e naturali della produzione agricola. Ma Zona Franca vuole essere anche uno spazio di incontro, produzione artistica e culturale legate al cibo.

L’ 11 e 12 Settembre, Largo Forzinetti, in pieno centro di Varese, sarà animato dalle 18 alle 20 da un’azione di guerrilla fooding e il giorno di apertura 13 Settembre in Via Severo Piatti 9 verrà regalato un sacchettino di semi tradizionali, fino ad esaurimento scorte. Settembre non è momento di semina e questo è un motivo in più per chiedere a tutti quelli che riceveranno questo dono di prendersene cura. Perché questo dono è anche un atto politico e sociale di rottura, perché regalare dei semi sembra cosa da poco ma in questo caso innesca la riproduzione di un patrimonio clandestino da preservare, condividere e riprodurre.

Tra gli ingredienti utilizzati per preparare zuppe, dolci, salse e pane artigianale ci sono ortaggi, legumi, frutti e cereali germogliati da semi antichi, forniti da produttori indipendenti. Uno dei motivi del loro uso in Zona Franca sta nella volontà di sensibilizzare le persone al loro impiego comune. Il cibo cucinato è in larga percentuale prodotto a partire da semi antichi non registrati al catalogo ufficiale europeo. La percentuale di ingredienti coltivati con semi antichi è indicata per ogni piatto.

Giocando in una zona d’ombra della normativa, Zona Franca crea un processo che non solo valorizza le semenze tradizionali come patrimonio da salvare ma riattualizza questo patrimonio, lo porta nelle nostre vite quotidiane e lo reinserisce nelle maglie del mercato, creando ristorazione ed economia legale a partire dai semi clandestini.

Cucinare diventa un atto artistico, politico e culturale. Perché dai semi vengono cucinati piatti e cibi che ne fanno un’esperienza reale da gustare.

Zona Franca è un progetto dell’artista Franca Formenti, sotto l’ala di uno studioso e intellettuale mai dimenticato e tuttora sempre stimolante come Antonio Caronia.

ZONA FRANCA | Semi liberi
Un nuovo spazio di produzione e diffusione virale tra cibo, arte, economia e cultura
Evento di guerrilla fooding
Venerdì 11 e Sabato 12 settembre ore 18.00-20.00
Largo Forzinetti, Varese
Opening Domenica 13 settembre ore 18.00
Via Severo Piatti 9 Varese
Contatti 340 6793582
www.zonafranca.biz

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 settembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore