Dal 3 novembre iniziano le vaccinazioni contro l’influenza

Distribuite 99.000 dosi per raggiungere capillarmente tutti gli aventi diritto

Partirà il 3 novembre prossimo la nuova campagna di vaccinazioni contro l’influenza. Per l’inverno si prevede che torneranno a colpire gli italiani gli stessi virus degli ultimi anni: l’H1N1, la suina l’H2N3 meglio conosciuto come Svizzero e il B detto Pukhet: « Il problema è che questi virus si evolvono e mutano con grande facilità – ha spiegato il dottor Francesco Locati, direttore sanitario dell’Asl – Inoltre la copertura data dai vaccini è temporalmente limitata. Per cui raccomandiamo sempre di sottoporsi al vaccino anche per assicurare quella che viene definita “copertura di gregge” per contenere eventuali epidemie».

Il vaccino sarà gratuito per le persone a rischio:
– Soggetti d’età uguale o superiore a 65 anni, nati prima del 31.12.1950;
– Bambini d’età superiore a 6 mesi, adolescenti e adulti con patologie croniche;
– Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico;
– Donne che saranno nel secondo e terzo trimestre di gravidanza durante la stagione epidemica;
– Persone di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti;
– Forze di polizia, vigili del fuoco;
– Medici e personale sanitario d’assistenza;
– Familiari e contatti di persone ad alto rischio;
– Personale che, per motivi occupazionali, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte d’infezione da virus influenzali non umani (possessori di volatili e di suini e addetti del settore), per i quali è essenziale prevenire una co-infezione con il virus dell’influenza umana.

Lo scorso anno, l’allarme sui vaccini, poi rientrato, aveva ridotto il numero dei dosi somministrate con l’insorgenza di gravi problemi tra gennaio e febbraio e una diffusione dei contagi seconda solo al 2009, stagione pandemica che aveva registrato il maggior numero di casi gravi e decessi da influenza degli ultimi dieci anni. Lo scorso anno sono stati segnalati 485 casi gravi.

Vaccinazione contro l'influenza

Quest’anno, si spera di riuscire a superare la soglia fatidica del 75% degli aventi diritto, così come raccomandato dal Ministero della Salute e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: l’obiettivo per Varese è quello di vaccinare almeno 84.000 ultrasessantacinquenni e aumentare la copertura nei malati cronici, di età inferiore a 65 anni, che nella stagione 2014/2015 hanno ricevuto il vaccino in poco più di 11.000.

L’Asl di Varese ha acquistato 106.000 dosi di cui 99.000 distribuite ai medici di medicina generale che dovrebbero raggiungere oltre 68.000 aventi diritto.

La campagna vaccinale si protrarrà fino alla fine di dicembre. Chi volesse sottoporsi al vaccino ma non è ricompreso tra le categorie a rischio può rivolgersi alla farmacia, e comprarlo a un costo che si aggira attorno ai 7/8 euro, oppure aspettare la fine della campagna vaccinale gratuita e chiedere ai Distretti Asl.

Raccomandate, comunque, le normali misure di igiene e protezione individuale utili a ridurre la trasmissione dei virus:
Ø  Lavaggio frequente delle mani con acqua e sapone o con soluzioni detergenti o gel alcolici;
Ø  Buona igiene respiratoria (quando si starnutisce o tossisce coprire bocca e naso con fazzoletti monouso eliminandoli in contenitori chiudibili e poi lavarsi le mani);
Ø  Isolamento volontario a casa se affetti da malattia respiratoria febbrile, specie nella fase iniziale;
Ø  Uso di mascherine da parte di persone con sintomatologia influenzale quando si trovino in ambienti sanitari/ospedalieri.

Info, dettagli e calendari dei distretti sul sito: http://www.asl.varese.it/aree-tematiche/vaccinazioni/1358-campagna-vaccinazione-antinfluenzale-2015

Alessandra Toni
alessandra.toni@varesenews.it

Sono una redattrice anziana, protagonista della grande crescita di questa testata. La nostra forza sono i lettori a cui chiediamo un patto di alleanza per continuare a crescere insieme.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 30 Ottobre 2015
Leggi i commenti

Video

Dal 3 novembre iniziano le vaccinazioni contro l’influenza 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.