A Rossi non basta la super rimonta, Lorenzo vince gara e titolo

A Valencia trionfa l'altra Yamaha, quella dello spagnolo. Rossi risale dall'ultima alla quarta posizione ma non può raggiungere i primi, Marquez fa da scudiero al connazionale e lo accompagna al successo

Motociclismo varie

Nessun miracolo giallo a Cheste, la località nell’entroterra di Valencia dove si è disputata oggi l’ultima prova del Motomondiale. A Valentino Rossi non è bastata una entusiasmante rimonta dall’ultimo al quarto posto della graduatoria per mettere in bacheca il decimo titolo mondiale della carriera, l’ottavo nella classe regina.

Galleria fotografica

Piazza Montegrappa per Vale 4 di 15

La corona iridata, così come la gara, è andata al compagno di colori (in Yamaha) di Rossi, lo spagnolo Jorge Lorenzo, scattato dalla pole position e primo dall’inizio alla fine del gran premio. Troppo il divario “a tavolino” tra i due: il “Dottore” è dovuto partire dal fondo dello schieramento per la discutibile penalizzazione ricevuta dopo il contatto con Marquez in Malesia. Tutti quei metri (75 sulla griglia di partenza) e tutto il tempo necessario a compiere una sequenza infinita di sorpassi hanno pesato come macigni sulla prestazione di Vale e sull’assegnazione del titolo.

E visto che a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si coglie, lascia un’altra volta amareggiati la prestazione del terzo incomodo del lotto, Marc Marquez. Il pilota della Honda, divenuto acerrimo rivale di Rossi, si è messo in seconda posizione alla partenza ed è rimasto lì, a qualche metro da Lorenzo, senza però mai neppure accennare un attacco al connazionale. Comportamento curioso, visto che a Sepang per un piazzamento a metà gara si è “preso sotto” con Rossi in un duello all’ultimo sangue.

A Rossi la quarta posizione sarebbe bastata solo le Lorenzo fosse giunto terzo; nella lotta per il successo di giornata si è inserito all’ultimo anche Pedrosa con l’altra Honda ufficiale, ma l’attacco di quest’ultimo è stato respinto dallo stesso Marquez in un sussulto sospetto di agonismo. Per Rossi la quarta piazza è coincisa con il primo sorpasso subito in classifica generale, visto che era in testa dalla prima gara del 2015, tocco di amarezza ulteriore. L’anno prossimo il Dottore ci riproverà, a 37 anni: lui è, e resta un fenomeno, ma il decimo titolo non è mai stato così vicino come questa volta, e vederlo sfuggire in questo modo – quasi a tavolino – fa un male cane.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2015
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Piazza Montegrappa per Vale 4 di 15

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lenny54

    Quali sono i prodotti della Repsol da boicottare? Solo gli sponsor potranno appiedare quella carognetta di Marquez.

Segnala Errore