Aziende solidali, presto nuovo Doblò per disabili e anziani

Grazie ad un accordo “pubblico-privato” la fondazione Munari avrà a disposizione un nuovo mezzo

Varie

L’operazione si può riassumere così: la collettività ha bisogno di un nuovo mezzo di trasporto, arriva l’azienda Delta che fornisce un nuovo Fiat Doblò, i costi sono a carico di sponsor privati: imprese e aziende del territorio.

Il comune di Gazzada Schianno ha di recente concesso il patrocinio per questa iniziativa, che si traduce in un’impresa che ha l’obiettivo di “organizzare la solidarietà” di un territorio: di questo si occupa la “Delta” società di Alessandro Carlomagno.

I residenti della cittadina alle porte di Varese avranno quindi a breve – i tempi sono quasi maturi, si cerca di arrivare alla fine di marzo – un nuovo Fiat Doblò completo di pedana, sollevatore e arredi interni utili al trasporti di anziani e persone con difficoltà motorie; il tutto assicurato e messo su strada.

Quella che può chiamarsi “operazione solidarietà” è a buon punto, come conferma lo stesso titolare Carlomagno e già diverse aziende del paese, ma non solo, hanno contribuito a pagare un “pezzettino” del nuovo mezzo che arricchirà il parco auto della Fondazione Giovanni Munari Onlus.

Gazzada non è l’unico comune che ha adottato questo sistema di finanziamento diffuso per avere mezzi da impiegare sul territorio. A Marzio, in Valganna, tempo fa è stato acquistato un furgone Vivaro (foto) proprio con questo sistema.

Andrea Camurani
andrea.camurani@varesenews.it

Un giornale è come un amico, non sempre sei tu a sceglierlo ma una volta che c’è ti sarà fedele. Ogni giorno leali verso le idee di tutti, sostenete il nostro lavoro.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.