Dentista sociale, il Pd: “Che fine faranno i 50 mila euro di voucher?”

I consiglieri comunali democratici chiedono al sindaco che venga prodotta e presentata in commissione una relazione sul funzionamento del centro odontostomatologico finito nell'inchiesta Smile

La casa della Salute a Borsano (inserita in galleria)

I consiglieri comunali del Pd ora vogliono vederci chiaro. Hanno appoggiato l’iniziativa della Casa della Salute e l’apertura del centro odontostomatologico sin dall’inizio e ora sono preoccupati per l’inchiesta che ha portato all’arresto del consigliere regionale Fabio Rizzi e il coinvolgimento dell’appalto alla Servicedent tra quelli che potrebbero essere stati truccati.

Il gruppo consiliare del PD era stato tra i primi sostenitori dell’iniziativa; ora il sindaco esprime profonda preoccupazione per la vicenda e ha dichiarato che “proprio in questi giorni, come Amministrazione, stiamo predisponendo ulteriori convenzioni e intessendo contatti con le reti di solidarietà sociale per rendere ancora più proficuo il servizio offerto presso la Casa della Salute, con particolare attenzione per anziani e categorie svantaggiate”.

All’inaugurazione di novembre, infatti, il sindaco aveva salutato il regalo importante arrivato dall’azienda che gestisce il servizio odontoiatrico e oggi indagata per un valore complessivo di 50 mila euro che il Comune avrebbe dovuto riservare ai più bisognosi per le cure odontoiatriche.

I consiglieri dem sottolineano che dall’inizio dell’attività il consiglio non è stato mai informato dell’andamento della struttura e dei suoi servizi: «Ora urge l’assoluta necessità che sia fatta chiarezza nell’interesse dei cittadini che hanno cominciato ad usufruire dei servizi e di chi ha creduto fortemente nell’iniziativa» – scrivono in un’interrogazione.

I consiglieri Bellazzi, Vita, Mariani, Berutti chiedono che venga convocata un’apposita commissione in cui si relazioni sull’organizzazione della struttura, i servizi offerti, le modalità con cui vengono offerti e i costi sostenuti dai vari enti che partecipano all’iniziativa; chiedono inoltre di sapere in quale modo sono stati impegnati i 50 mila euro offerti dalla società che offre il servizio odontoiatrico e in quale modo sono stati impegnati.

Data l’importanza i consiglieri chiedono al sindaco che vengano invitati tutti gli enti e che si produca l’opportuna documentazione illustrativa che informi i commissari della situazione amministrativa e finanziaria della struttura.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 19 Febbraio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore