Bruxelles, forse una vittima italiana

Identificati i kamikaze dell'aeroporto: sono i fratelli Khalid e Ibrahim El Bakraoui che si sono fatti saltare in aria ieri. La Farnesina al lavoro per il riconoscimento del corpo di una donna

Avarie

Riconosciuti i due fratelli kamikaze, e, forse, una delle vittime è italiana. Il terzo uomo, quello vestito chiaro e col cappello cioè l’artificiere è stato riconosciuto ma non ancora arerstato.

Queste le ultime novità legate all’ondata di attentati che ha ucciso oltre trenta persone e ferite in modo grave più di 250 a Bruxelles nella giornata di ieri, 22 marzo.

Il terzo uomo del commando dell’aeroporto di Bruxelles, secondo fonti di intelligence  l’esperto di esplosivi si chiama Najim Laachraoui. Fonti giornalistiche lo davano come arrestato in mattinata ad Anderlecht.
La notizia è stata diffusa da un quotidiano on line e non confermata dalla magistratura belga che difatti dopo un’ora dalla diffusione della notizia ha smentito.

Sul fronte delle indagini nel frattempo sono stati identificati i kamikaze dell’aeroporto: sono i fratelli Khalid e Ibrahim El Bakraoui (i primi due da sinistra nella foto) che si sono fatti saltare in aria ieri. L’identificazione dei due è stata confermata dalle forze dell’ordine.

Per quanto riguarda le vittime, il ministro della sanità belga ha dato un numero ufficiale: ad ora siamo a 31 morti e oltre 250 feriti.

Fra i morti, il ministero degli Esteri italiano è in contatto con le autorità belghe per verificare se una delle persone morte è di nazionalità italiana.

Si tratterebbe di una donna risultata dispersa per la quale è in corso una procedura di riconoscimento.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 23 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.