Dal muro di Berlino ai muri dell’Europa: mostra fotografica

In occasione dei 25 anni della riunificazione, La SSML, Scuola Superiore per Mediatori Linguistici, ospita una nostra fotografica che rielabora criticamente il periodo dal 1989 ai giorni nostri

checkpoint charlie

La SSML, Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Varese, ospita la mostra “Der Weg zur deutschen Einheit”, promossa dal Ministero degli Esteri Tedesco e dalla Fondazione Federale per la Rielaborazione critica della dittatura della SED, che si focalizza sui passi che hanno portato alla riunificazione tedesca e mostra gioia e dolore di questo lungo cammino. Domani, mercoledì 16 marzo sarà possibile visitarla domani dalle 14.00 alle 17.00. L’inaugurazione avverrà sabato 19.

Il 3 ottobre 2015 la Germania ha festeggiato i 25 anni dalla Riunificazione. L’obiettivo della mostra è quello di celebrare questa ricorrenza, mostrando il percorso non sempre facile che il Paese ha affrontato, e sta tuttora percorrendo, per creare una nuova identità nazionale.

La mostra è costituita da una serie di pannelli che raffigurano le tappe più importanti dalla rivoluzione pacifica, che nel 1989 ha portato alla caduta del muro,  illustrando anche le reazioni degli altri paesi europei, così come della Unione sovietica e degli USA.

«Oltre a illustrare le vicende storiche – si legge nella presentazione  – in quanto mediatori linguistici e culturali vogliamo avvicinare il visitatore al concetto di “Vergangenheitsbewältigung”, una rielaborazione critica del passato, tesa non alla rimozione bensì a una consapevole accettazione di quanto accaduto.
Iniziative come la presente non hanno solo lo scopo di festeggiare la ricorrenza, ma anche di offrire l’occasione per riflettere sui problemi rimasti irrisolti nella nazione tedesca, poiché gli anni di divisione hanno lasciato segni che non si cancellano in poco tempo.
Attualmente, stanno nascendo nuovi muri all’interno dell’Europa, sia materiali che mentali, nel tentativo di arginare situazioni difficili e problematiche. Può sembrare un paradosso che nel mondo globalizzato che ha superato la guerra fredda, vi siano più barriere che nel mondo diviso dal muro di Berlino».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore