Regione Lombardia potenzia la formazione professionale

L'assessore Aprea annuncia uno stanziamento di oltre 236 milioni di euro: cinque milioni andranno agli Ifts. Previsti anche 25 milioni per la "dote scuola" nelle paritarie

centro formazione professionale di luino 16 febbraio

«Per il prossimo anno formativo 2016/2017, sono 12.935 gli studenti in uscita dal primo ciclo di istruzione che hanno scelto i percorsi Istruzione e Formazione professionale di qualifica, organizzati dai Centri di Formazione Professionale lombardi, confermando un trend in costante crescita». Lo annuncia Valentina Aprea, assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia, al termine della seduta di Giunta.

SISTEMA ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE – «Il sistema di Iefp – aggiunge Aprea – potrà contare su uno stanziamento di 236,4 milioni, attraverso la Dote Iefp diversificata per tipologie di qualifica».

LE NOVITA’ – «Le novita’ contenute nella delibera appena approvata – sottolinea Aprea – si riferiscono in particolare  al potenziamento della filiera verticale, con un finanziamento di 5 milioni per i percorsi Ifts (Istruzione e formazione tecnica superiore) che diventano, da quest’anno, il quinto anno della filiera della formazione professionale, secondo quanto previsto da una norma della ‘Buona scuola’ fortemente sostenuta da Regione Lombardia. Altra importante novità e’ la possibilità di acquisire i titoli professionali del III, IV e V anno attraverso le modalità dell’alternanza  scuola lavoro e dell’apprendistato, con una dotazione finanziaria pari a 7 milioni».

I DATI – «Le iscrizioni concluse il 22 febbraio – dice ancora Aprea – hanno confermato come la Iefp regionale sia ormai un canale consolidato. Infatti, per l’anno scolastico 2016/2017 , risultano 12.935 iscritti alle classi prime organizzati dai Cfp lombardi. Si tratta di un dato che conferma quello dello scorso anno, alla stessa data, pari a circa 13.000 iscritti». In particolare le iscrizioni dei giovani si concentrano nelle seguenti qualifiche: Operatore della ristorazione 2.668; Operatore del benessere 3.124; Operatore meccanico, elettrico ed elettronico 1.413; Operatore alla riparazione veicoli a motore 1.447.

APPRENDISTATO – «Anche l’importante sfida dell’apprendistato  – rimarca Aprea – inizia a portare i primi frutti. Infatti, come Regione Lombardia, abbiamo portato a termine l’opera di definizione della disciplina con la quale l’apprendistato di I livello e quello di III livello integrano, in una logica interattiva, formazione e lavoro e contribuiscono all’acquisizione dei titolo di istruzione e formazione professionale. Nell’anno formativo in corso, sono gia’ circa 250 gli apprendisti in Lombardia che stanno acquisendo una qualifica o un diploma in apprendistato. Il dato, ancora parziale visto il termine ultimo del 31 marzo prossimo per attivare i contratti, e’ in forte crescita rispetto all’anno precedente in virtu’ del vincolo del 5% di studenti in apprendistato nei percorsi professionali introdotto con la legge regionale 30/2015».

BUONO SCUOLA – «A garanzia della libertà di scelta educativa,  anche per quest’anno scolastico – precisa l’assessore Aprea – abbiamo previsto l’attivazione del Buono scuola, con uno stanziamento di 25 milioni di euro per sostenere gli studenti che frequentano una scuola paritaria. In via sperimentale, per  quest’anno, abbiamo esteso l’accesso anche a coloro che hanno un Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) ricompreso nella fascia da 38.001 a 42.000 euro. Inoltre, gli studenti disabili iscritti alle scuole paritarie, grazie ad un stanziamento di 4,5 milioni, potranno beneficiare di un contributo fino a 3.000 euro».

MATERIALE DIDATTICO – «Allo strumento del Buono scuola – ribadisce Aprea – si aggiunge il contributo per l’acquisto di materiale didattico e dotazioni tecnologiche, rivolto agli studenti che frequentano le scuole secondarie superiori di primo  grado e il primo biennio delle scuole di secondo grado statali, paritarie e dei percorsi di Iefp del quale l’anno scorso hanno beneficiato 92.094 studenti».

DOTE MERITO – «Infine – aggiunge l’assessore Valentina Aprea – continuiamo a sostenere gli studenti più meritevoli, attraverso la Dote Merito rivolta agli studenti lombardi che frequentano la III o IV, con una valutazione pari o superiore al 9, e del sistema di istruzione e di Iefp che concludono gli studi con il massimo dei voti. Per loro e’ prevista l’opportunità di scegliere da un variegato catalogo regionale per apprendimenti esperienziali in Italia e all’estero. Lo scorso anno abbiamo coinvolto 1.630 studenti».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Marzo 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.