Rovellasca-Lomazzo nel Parco del Lura, tratto aperto per i pedoni

La segnalazione di Fiab Ciclicità che si è trovata davanti il cartello che consente il transito ai pedoni: "Usato il cemento al posto di un percorso granulato"

Rovellasca-Lomazzo nel Parco del Lura, tratto aperto per i pedoni

Riaperto ufficiosamente per i pedoni il collegamento Rovellasca-Lomazzo nel Parco del Lura. La notizia viene data dall’associazione Fiab-Ciclocittà che nello scorso febbraio aveva segnalato la difficile situazione dell’opera promessa da Pedemontana e non ancora realizzata.

Galleria fotografica

Rovellasca-Lomazzo nel Parco del Lura, tratto aperto per i pedoni 4 di 20

«Segnaliamo che il collegamento del percorso Rovellasca-Lomazzo nel Parco del Lura è finalmente anche, se ufficiosamente, disponibile per i soli pedoni – spiegano dal gruppo di ambientalisti -. Arrivati al famoso sbarramento con cartello “fine percorso ciclabile proseguire a piedi nel percorso pedonale“, posto alla fine dello sterrato tra i campi dopo il cimitero di Rovellasca, è infatti ora possibile proseguire a piedi, per una ventina di metri su di uno sterrato “provvisorio” nei campi e poi, sempre a piedi, su di un percorso asfaltato che passa sotto la Pedemontana».

«Sperando di essere prossimi alla riapertura ufficiale del percorso ciclabile – concludono -, segnaliamo comunque che anche con questo percorso “compensativo”, anziché procedere con lo sterrato o un percorso con granulato o calcestre tipico di tutte le ciclopedonali dei Parchi del Lura e delle Groane, non si è persa occasione di asfaltare e cementificare il territorio, quasi il cemento e l’asfalto della Pedemontana non fossero ancora sufficienti».

di manuel.sgarella@varesenews.it
Pubblicato il 23 maggio 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Rovellasca-Lomazzo nel Parco del Lura, tratto aperto per i pedoni 4 di 20

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore