Al via il laboratorio Dakka, per disegnare le emozioni

Venerdì 10 giugno, parte il corso condotto da Adriano Vignando, arteterapista. L'iniziativa è promossa dall'Associazione Ali Rosse con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto

associazione ali rosse jacopo laudi gallarate

Sono aperte le iscrizioni per partecipare al Laboratorio serale Dakka: disegnare le emozioni.
Venerdì 10 giugno 2016 inizia il laboratorio serale “Disegnare le emozioni” che sarà condotto da

Gli incontri si terranno il venerdì sera dalle ore 20,30 alle 22,00 nei locali messi a disposizione da VerdeBio in Via Novara, 2 a Gallarate e saranno organizzati in gruppi composti da 8 – 10 persone.

La partecipazione agli incontri è a offerta libera. È necessaria l’iscrizione telefonando al numero 3409628382, o inviando una e mail a teresa.brov@libero.it

Per aderire all’iniziativa non è necessario saper disegnare poiché la finalità del laboratorio Dakka è quella di imparare a liberare il potenziale creativo e trasmutare le emozioni attraverso attività espressive.

«Il progetto DAKKA – spiega l’organizzatrice Teresa Brovelli presidente dell’Associaizone Ali Rosse – è nato da un’idea e da un racconto scritto da Jacopo Laudi, che, prima di morire, ha espresso il desiderio che ci occupassimo di attivare dei laboratori aperti a tutti per prevenire l’isolamento sociale legato alla sofferenza e ad aiutare le persone a essere maggiormente consapevoli delle proprie emozioni. Il corso è alla sua terza edizione. Nei mesi passati sono state svolte due edizioni dei laboratori Disegnare le emozioni e Ritroviamo l’armonia tra
mente e corpo oltre a quello sperimentale di Lettura. I Laboratori hanno registrato una adesione partecipata e interessata».

La realizzazione del programma Dakka è frutto di una stretta collaborazione tra diverse realtà territoriali, Organizzazioni no profit e privati, che sostengono le attività messe in campo da Ali Rosse: dal riconoscimento del Progetto da parte della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus con l’ammissione al contributo, al sostegno di AVIS di Gallarate fino alla messa a disposizione degli spazi necessari ove svolgere le attività da parte di Auser Insieme di Gallarate, lstituto Wolpe di Besozzo, Fondazione Gadda di Gallarate e non ultimo VerdeBio di Gallarate.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore