Casale Litta conferma la fiducia a Maffioli

Il paese ha riconfermato la fiducia al "sindaco storico" che ha vinto a larga maggioranza (con il 68,33 per cento dei voti) lasciandosi dietro la lista concorrente Uniti per cambiare di Nicola Turato

Casale Litta

Un altro mandato per Graziano Maffioli. Casale Litta ha riconfermato la fiducia al “sindaco storico” che ha vinto a larga maggioranza (con il 68,33 per cento dei voti)  lasciandosi dietro la lista concorrente Uniti per cambiare di Nicola Turato.

Le ultime battute della campagna elettorale sono state “vivaci” con accuse pesanti lanciate dalla pagina Facebook della lista civica di Nicola Turato. Anche questo, secondo Maffioli, ha contribuito a spostare molto l’ago della bilancia.

“I risultati parlano chiaro – ha detto Maffioli – a Villadosia abbiamo vinto 418 a 222, a Casale Litta 343 a 160, e a Bernate 167 a 48. Ulteriori considerazioni verranno fatte a freddo, intanto sappiamo di doverci rimboccare le maniche per essere all’altezza di tanta fiducia.

Per me è una grandissima soddisfazione, che va oltre ogni rosea previsione. Il ringraziamento va ai giovani e a tutti i cittadini che ancora una volta e sempre di più hanno premiato il nostro lavoro”.

Roberta Bertolini
roberta.bertolini@varesenews.it

Cerco di essere i vostri occhi e la vostra voce. Se pensate che quello che stiamo facendo meriti di essere sostenuto, abbonatevi a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.