Gli azzurri lanciano la sfida per il Trofeo delle Nazioni

Presentato a Taino il "Trofeo Almar" del 31 luglio, tappa della rassegna internazionale. Il ct italiano Amadori: «Vogliamo il bis del 2015»

ciclismo trofeo almar coppa delle nazioni

È già alta l’attesa per la seconda edizione del Trofeo Almar-Coppa dei Laghi, la gara di ciclismo internazionale che si disputerà domenica 31 luglio sulle strade del Basso Verbano.

Galleria fotografica

Trofeo Almar - Coppa delle Nazioni 2015 4 di 16

A poco più di un mese dall’evento, la Cycling Sport Promotion ha svelato la corsa in una serata ospitata all’Hotel Agnello di Taino, la località sede della partenza della competizione che si concluderà come lo scorso anno sul lungolago di Angera. Al vernissage è intervenuto anche Marino Amadori, c.t. della nazionale under 23 che lo scorso anno fece il colpaccio grazie alla vittoria di Gianni Moscon.

Il Trofeo Almar infatti è di nuovo valido per la Coppa delle Nazioni: sarà la quinta di sei gare inserite nel calendario e l’Italia di Amadori è la squadra campione in carica anche se quest’anno è finora solo sesta, e a secco di podi. «Chiunque vorrà vincere ad Angera dovrà fare i conti con noi» ha promesso Amadori. «Vogliamo ripetere la vittoria di Moscon che fu pesantissima per portare in Italia la Coppa delle Nazioni».

Accanto al c.t., e al patron della CSP Mario Minervino, anche Edward Ravasi, il 22enne varesino che ha già vestito la maglia azzurra e che tra pochi mesi passerà tra i professionisti con la maglia della Lampre. «Ci stiamo preparando per il Trofeo Almar e per gli altri appuntamenti della seconda metà di stagione; tra i principali avversari ci saranno inglesi, belgi e francesi».

Quelle citate sono solo alcune delle 16 squadre già iscritte, anche se – lo ha assicurato il direttore tecnico Davide Bardelli – arriveremo a quota venti formazioni prima di chiudere l’elenco delle partecipanti. 

renato di rocco presentazione trofeo almar ciclismo
L’intervento del presidente Di Rocco / foto Ossola

E a favore del Trofeo Almar – percorso confermato rispetto allo scorso anno – vanno segnalati due endorsement di alto profilo, quelli del presidente federale Renato Di Rocco e dell’ex patron del Giro d’Italia, Angelo Zomegnan. «Minervino e i suoi collaboratori sono una sicurezza per la Federazione – ha spiegato Di Rocco – ha fatto un tentativo riuscitissimo con la Coppa del Mondo Donne e anche l’esame della Coppa delle Nazioni è stato superato a pieni voti. Anche quest’anno ci sono i presupposti per un bel successo organizzativo».
«Solo la fantasia di Mario consente di proporre un percorso così bello – ha concluso invece Zomegnan – con lui ho condiviso l’esperienza dei Mondiali di Firenze 2013, e il ricordo del nostro lavoro di quell’occasione è sempre vivo».

Alla presentazione della corsa, a Taino, sono intervenuti anche i rappresentanti delle amministrazioni della zona – Taino, Angera e Sesto Calende – e il comandante della Polizia Stradale di Varese, Gianfranco Martorano, che coordinerà con i suoi uomini la sicurezza della corsa ma anche della cosiddetta Piccola Coppa delle Nazioni, prevista alla mattina del 31 luglio e dedicata alla categoria Allievi.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Trofeo Almar - Coppa delle Nazioni 2015 4 di 16

Galleria fotografica

"il trofeo Almar, visto da me" 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore