Il saluto della GDF al brigadiere John, in lotta contro un nemico più grande

Durante la cerimonia del 242esimo anniversario, un encomio è arrivato alla platea a John D'Acunto, brigadiere in congedo, ma che non avrebbe mai tolto la divisa

eventi Varese

C’è stato un momento che ha spezzato l’austera formalità della cerimonia del 242esimo anniversario della guardia di Finanza varesina: un momento in cui tutta una Compagnia ha ricordato e encomiato il lavoro di uno dei loro colleghi, ora in congedo.

A farlo, dal palco, è stato il comandate della compagnia, Francesco Vitale: e l’ha fatto rivolgendosi a “John”, che era in platea, in alta uniforme accanto ai suoi famigliari, malgrado fosse in congedo.

John D’Acunto, uomo alto e forte,  non è in congedo però per qualche motivo di esclusione, o perchè ha cambiato mestiere. Il brigadiere sta sostenendo una lotta se possibile ancora più “tosta” di quello che sosteneva, quella contro la malattia.

«So che se fosse per lui, sarebbe al lavoro senza indugi e lo farebbe per tanti anni ancora – ha spiegato il comandante, con un’incrinatura di commozione nella voce – perchè è una persona che ama il suo lavoro, e la sua divisa, moltissimo».

L’appauso, in sala, è scrosciato unanime: un vero e proprio “abbraccio virtuale” della compagnia al loro compagno combattente, di una lotta che non si combatte sulle strade.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 24 giugno 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore