Cub Malpensa: “Rispettate le sentenze per i lavoratori delle cooperative”

Il tribunale di Busto Arsizio ha depositato l’ennesima sentenza dei lavoratori della coop NCL che opera al cargo di Malpensa presso la società Alha

Cargo City Malpensa

Il giudice di Busto Arsizio, Elena Fumagalli, ha depositato l’ennesima sentenza dei lavoratori della coop NCL, operante al cargo di Malpensa presso la società Alha, estromessi dal lavoro perché non saprebbero bene la lingua italiana. Per la terza volta, con tre giudici diversi, i 4 lavoratori interessati sono stati riammessi al lavoro perché il licenziamento è illegittimo. (nella foto Cargo City a Malpensa)

«Per la terza volta la coop NCL – scrivono in una nota il sindacato di base Cub –  fregandosene delle sentenze, non reintegrerà i lavoratori al loro posto di lavoro». Il Cub di Malpensa ricorda inoltre che, nonostante le sentenze a suo favore, il «delegato sindacale Mauro Gaspare, non viene reintegrato al lavoro».

«Inoltre – continua la nota del sindacato – centinaia di comunicazioni ispettive riguardanti tutte e tre le cooperative del consorzio Logico, che ha ricevuto l’appalto da Alha per il lavoro presso il Cargo di Malpensa, impongono alle coop NCL, SLTM e Nuovi Servizi, di regolarizzare le buste paga dei lavoratori (300) che operano a Malpensa. Ma anche di questo Alha non risponde. Mentre la coop NCL continua nel suo operato consistente nel non far lavorare per le ore contrattuali (168 al mese) decine di lavoratori, per il solo motivo di essere tesserati alla nostra organizzazione, mentre altri impunemente operano anche per 10/12 ore al giorno. Chiediamo a tutte le autorità un intervento immediato per ristabilire le norme contrattuali e perché siano rispettate le sentenze. Occorre combattere la logica, portata avanti da Alha, del non rispetto dei diritti dei lavoratori e delle sentenze della magistratura».

 

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 luglio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore