Il nuovo Varese pronto al varo con 26 convocati

C'è anche Giampaolo Calzi nel gruppo di convocati a disposizione di Ramella. Si comincia martedì 19 (10,30) al centro sportivo di Varesello

Calcio Eccellenza Arconatese - Varese 1-2

Ultimo giorno di vacanza per i giocatori del Varese Calcio. Domani mattina – martedì 19 luglio – è infatti stato fissato (10,30) il raduno della formazione biancorossa agli ordini del nuovo allenatore, Ernestino Ramella, e del suo staff tecnico.

Il mister di origini pavesi ma varesino di adozione avrà a disposizione un folto gruppo di giocatori per la preparazione estiva: sono ben 26 i giocatori convocati per il ritrovo e tra questi spicca il nome di Giampaolo Calzi, il mediano ex Pro Patria e Venezia la cui firma è attesa in queste ore. Di fatto il suo nome nell’elenco diffuso dal club “chiude” la trattativa e mette un altro tassello in un centrocampo che promette di essere molto interessante.

La rosa, come detto, è ricca e comprende quattro juniores “aggregati”, uno per reparto (il portiere Scapolo, il difensore Lonardi, il centrocampista Bensch e l’attaccante Gecchele). Tolto questo poker, Ramella dirigerà un gruppo forte di ben 12 giovanissimi che rientrano nel novero degli “under”; come abbiamo già segnalato negli articoli precedente, in Serie D è obbligatorio avere sempre in campo quattro giocatori nati dal 1996 in avanti (di cui almeno uno del ’98 o seguenti e altri due nati al massimo nel ’97).

L’appuntamento per giocatori, tecnici, addetti ai lavori e tifosi è però stato spostato dal punto di vista della localizzazione. Non sarà infatti il Franco Ossola a ospitare il raduno, bensì il centro sportivo di “Varesello” alle Bustecche, dove cioé la squadra svolgerà tutto il lavoro di preparazione. Questo perché a Masnago si terrà un sopralluogo per valutare i danni al terreno di gioco che si presenta in condizioni pessime dopo un’estate in cui ha ospitato un torneo amatoriale e una serie di feste e concerti. Una storia che ha dell’incredibile e che rischia di costare caro sia in termini monetari sia anche sportivi, perché il Varese potrebbe essere costretto a giocare lontano dal “Franco Ossola” le prime partite ufficiali se i lavori dovessero avere tempistiche lunghe.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 18 luglio 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore