Il “regno dei laser” cresce con una fabbrica 5 volte più grande

La Quanta System ha lasciato Solbiate Olona per un nuovo stabilimento in grado di accompagnare la crescita dell'azienda: "Cresciamo a doppia cifra, non riuscivamo più a soddisfare gli ordini"

Si allarga, investe ed assume. È la Quanta System, un’azienda che si occupa di apparecchiature laser per medicina e settore artistico che per anni ha lavorato a Solbiate Olona ma che adesso punta a diventare sempre più grande. E per farlo ha dovuto trasferire il suo quartier generale.

Galleria fotografica

La nuova sede della Quanta System 4 di 19

L’azienda si è infatti trasferita a Samarate, all’interno di uno stabilimento cinque volte più grande che permetterà di far fronte alle sempre crescenti richieste del mercato. «Il nostro ostacolo principale -dice Paolo Salvadeo, CEO dell’azienda- era proprio quello della capacità del nostro stabilimento produttivo che permetteva di produrre solo 2.200 macchine all’anno» mentre già dopo il trasloco «possiamo produrne fino a 3 mila». Numeri che, comunque, sono destinati a salire dal momento che «a pieno regime questo impianto sarà in grado di produrre fino ad 8.000 macchine all’anno», un traguardo non lontano se si considera che «il nostro tasso di crescita è a doppia cifra».

Se infatti il fatturato nel 2015 è stato di 35 milioni di euro le previsioni per il 2016 raggiungono quota 43 dei quali il 95% proviene delle attività di export. Una crescita di commesse che si accompagna anche ad un aumento dei lavoratori -100 al momento- e che presto diventeranno 120. Un successo trainato da un settore di innovazione e ricerca nel quale l’azienda investe circa il 10% del suo budget e che ha permesso di sviluppare prodotti che competono con colossi mondiali. La nuova sede della Quanta System

Una storia di successo quella della Quanta System che rappresenta anche un modo diverso di intendere il business. Non solo infatti l’azienda punta al benessere dei suoi lavoratori con una palestra interna allo stabilimento (idea nata a Solbiate e trasferita anche a Samarate) ma anche donando numerosi apparecchi laser. Un macchinario per rimuovere i tatuaggi alle donne vittime di abusi delle gang americane è stato donato nel 2014 a Dawn Maestas (qui la sua storia) mentre l’anno scorso altri strumenti sono stati donati al Papa per aiutare i pazienti di alcuni ospedali che per restaurare opere d’arte nei Musei Vaticani. Un impegno che continua e che nei prossimi mesi diventerà ancora più importante. «Stiamo definendo gli accordi per tre importanti progetti -continua Salvadeo- per aiutare con i nostri strumenti i restauri del Taj Mahal in India, della Basilica della Natività a Gerusalemme e per attivare un centro di restauro all’interno del Museo Egizio di Torino».

di marco.corso@varesenews.it
Pubblicato il 16 settembre 2016
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La nuova sede della Quanta System 4 di 19

Video

Il “regno dei laser” cresce con una fabbrica 5 volte più grande 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore