Nessuna candidatura, il sindaco nomina Silvia Gatti a capo di Agesp

La titolare di un società di investigazioni di Gallarate è il nuovo amministratore unico della società partecipata del Comune di Busto Arsizio. Prende il posto di Gianfranco Carraro

I nuovi mezzi di Agesp

Nessuna candidatura e Silvia Gatti è stata nominata nuovo amministatore unico di Agesp dal Comune di Busto Arsizio. La 48enne titolare di un’agenzia di investigazioni di Gallarate prende il posto di Gianfranco Carraro che ha traghettato la multiutilities bustocca negli ultimi anni.

Negli 8 giorni in cui era possibile presentare la propria candidatura (il bando è stato pubblicato all’albo pretorio on line e sul sito internet comunale per otto giorni dal 6 al 13.9.2016 compresi) nessuno si è fatto avanti e così la scelta è caduta su un nome suggerito da Forza Italia ma proveniente dalla società civile.

Ad esprimere preoccupazione per la scelta, soprattutto nel metodo, è Busto al Centro che ha voluto sottolineare in una nota di aver suggerito al sindaco di« procedere al rinnovo delle cariche Agesp avendo attenzione alla efficacia delle soluzioni piuttosto che alle evidenti carenze di equilibrio politico all’interno della sua maggioranza».
Secondo gli esponenti della civica «Agesp rappresenta per la nostra città quanto di più vicino è alle necessità della gente e rappresenta una realtà che necessita di non indifferenti professionalità per la complessità del suo aspetto gestionale e di fornitura di servizi oltre che di conoscenza del territorio e del tessuto cittadino – scrivono e proseguono – con grande amarezza e preoccupazione apprendiamo oggi che i nostri suggerimenti , vestiti unicamente di senso di responsabilità verso la città, sono andati disattesi con l’indicazione per la carica di Amministratore Unico di una persona sicuramente rispettabile ma certamente del tutto inappropriata rispetto all’incarico assegnatole».

La valutazione di Busto al Centro si basa sul curriculum che ha dato luogo alla scelta: «La sua carriera si è unicamente sviluppata nel settore delle investigazioni, non ha mai accumulato esperienze gestionali in generale e quindi tantomeno in società di servizi complesse come Agesp, soprattutto per una carica di Amministratore Unico che la renderebbe titolare di una grande ed esclusiva responsabilità della quale, in ultima analisi, si dovrà comunque far carico unicamente il Sindaco».

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 30 settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore