Tangenti, l’ex leghista Castiglioni patteggia

Due anni di pena. Era un dirigente provinciale del carroccio e insieme a Fabio Rizzi era coinvolto nell'inchiesta sulla sanità lombarda

Lega nord

Si chiude in altro capitolo dell’indagine sulle tangenti nella sanità che hanno portato all’arresto di Fabio Rizzi, l’ex presidente leghista della commissione regionale che ha elaborato l’attuale riforma del settore. Rizzi, ex sindaco di Besozzo ed ex senatore, oggi sospeso dal partito, ha già patteggiato a Monza due anni a mezzo per corruzione e turbativa d’asta.

Un altro degli indagati, Donato Castiglioni, ex responsabile organizzativo della Lega Nord provinciale, ha invece patteggiato a Varese, dove nel frattempo era transitato il fascicolo sulla sua posizione processuale, 2 anni per corruzione, assistito dall’avvocato Alberto Zanzi.

Rispetto alla dama nera dell’inchiesta, l’imprenditrice Paola Canegrati e allo stesso Rizzi, Castiglioni aveva una posizione meno centrale nel cosiddetto sistema corruttivo, tuttavia era stato anch’egli arrestato.

Il leghista, secondo le accuse, aveva promosso presso l’organismo regionale lombardo preposto alla concessione dei finanziamenti da parte di Finlombarda, l’accoglimento delle domande di finanziamento presentate dall’imprenditore Sandro Pignataro, un altro degli arrestati, per contro di tre diverse società. In cambio avrebbe intascato dei soldi dall’imprenditore.

Roberto Rotondo
roberto.rotondo@varesenews.it
Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 22 Settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.