Lascito di 800mila euro: grazie al dono di Renato apre “La Casa del sorriso”

Mercoledì 5 ottobre la cerimonia di inaugurazione della Casa del Sorriso, dove il bellissimo gesto di nonno Renato verrà ricordato per sempre

Renato Giuliani

Tanti bambini non lo sapranno mai, ma c’è stato un “nonno” che nell’ultima stagione della sua vita ha pensato a loro, e alla loro felicità, anche in quei brutti momenti in cui la malattia rende necessario lasciare la propria casa.

Mercoledì 5 ottobre a Varese sarà inaugurata “La Casa del Sorriso“, un grande progetto di housing sociale unico nel nostro territorio e raro in tutta la Lombardia: una vera casa in cui potranno essere accolti i genitori dei bambini ricoverati all’Ospedale del Ponte.

Il completamento del progetto, curato dall’associazione Ponte del Sorriso onlus, è stato possibile grazie alla generosità di Renato Giuliani, imprenditore di Buguggiate che nel suo testamento ha riservato un importante lascito per l’associazione varesina che da anni si occupa di sostenere i bambini ammalati e le loro famiglie.

“E’ una di quelle notizie che ti sembrano incredibili, quando le ricevi – dice Emanuela Crivellaro, anima del Ponte del Sorriso  – Oltre 784mila euro sono stati donati al Ponte Del Sorriso da Renato Giuliani, una generosa persona che prima di morire ci ha destinati quali beneficiari di parte del suo patrimonio”.

Renato Giuliani è nato a Milano nel 1919, imprenditore di successo, da anni era residente a Buguggiate. Già da piccolo Renato trafficava nell’officina di famiglia dimostrando grande interesse e intuito che successivamente uniti a precisione e conoscenze tecniche gli hanno permesso di progettare macchine di grande complessità e fortemente innovative.
Passione, dedizione al lavoro, senso del dovere e concretezza, hanno senza dubbio caratterizzato i tratti più evidenti della sua personalità. Più celata e meno esibita la sua gentilezza d’animo e la sua grande simpatia, che coloro che gli hanno voluto bene non dimenticheranno mai.

Renato Giuliani è morto a gennaio del 2016, ma prima di chiudere gli occhi per sempre, aveva stabilito che il suo ingente patrimonio, senza eredi legittimi, sarebbe dovuto servire per aiutare gli altri.

“Aveva deciso che gli scopi e le attività di alcune associazioni e fondazioni meritavano la sua benevolenza. Ne scelse alcune e tra queste anche Il Ponte del Sorriso Onlus, che ha ricevuto questa grossa cifra che servirà a realizzare tanti progetti per sostenere i bambini nel difficile periodo della loro vita, in cui devono affrontare la malattia”.

Il primo progetto che Il Ponte del Sorriso Onlus ha potuto portare a termine, grazie a questo importante contributo, è proprio la Casa del Sorriso, potendo persino completare la ristrutturazione di ulteriori due mini appartamenti: “Un gesto che ha commosso e reso profondamente riconoscente tutta la fondazione Il Ponte del Sorriso”.

Mercoledì 5 ottobre alle ore 10.30, alla presenza di autorità locali e regionali, benefattori (tra i quali il nipote di Renato Giuliani), volontari e associazioni, si svolgerà la cerimonia di inaugurazione della Casa del Sorriso, dove il bellissimo gesto di nonno Renato verrà ricordato per sempre.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.