Trenord-FS, apertura di Sorte: “Prima vogliamo capire quali investimenti”

Mazzoncini, ad di FS, ha proposto di rilevare quote della società del trasporto ferroviario lombardo. Dopo il freddo iniziale, la Regione smorza i toni

I pendolari (di nuovo) in viaggio con l'assessore Sorte

Le prime risposte erano state gelide, ma ora si apre un margine di discussione sull’ipotesi di un intervento di FS in Trenord. «La cosa è molto semplice, l’abbiamo detto con chiarezza e determinazione: noi vogliamo capire l’entità degli investimenti in Lombardia» ha detto l’assessore ai trasporti di Regione Lombardia Alessandro Sorte.

L’opzione è sul tavolo da fine settembre: un aumento di investimenti da parte di FS in Lombardia, in cambio di un ruolo maggiore dentro a Trenord, l’attuale società di trasporto regionale che è proprietà – con quote paritetiche – di Trenitalia (FS) e FNM (controllata di Regione Lombardia. FS riprenderebbe così un ruolo trainante nel trasporto regionale lombardo.

«Quando quel tavolo di lavoro [con FS] creerà dei progetti, delle ipotesi, si valuterà», ha detto Sorte. «Noi siamo convinti che una gestione lombarda sia più efficiente di una statale ma non siamo chiusi […]. Se ci saranno delle opportunità, la Regione le saprà cogliere». Una parziale apertura, rispetto al gelo dei primi commenti a settembre e dell’intervento, lunedì 17 ottobre, del presidente di FNM Andrea Gibelli. Sorte ha anche tenuto a specificare che «il pensiero del presidente Maroni è perfettamente in linea con questa posizione».

Un no secco alle offerte di FS viene invece dal Movimento 5 Stelle: «Non vorremmo che l’Assessore Sorte avesse cambiato idea sulla cessione delle quote di maggioranza di Trenord al gruppo FS» commenta Iolanda Nanni, consigliera regionale pentastellata. «Sia chiaro che se la rete ferroviaria lombarda subisce un costante degrado in manutenzioni ed investimenti sulle infrastrutture pendolari, ciò è conseguenza del disinteresse del gruppo FS per le nostre linee. Inoltre la cessione della maggioranza di Trenord a FS comporterà un’inevitabile perdita di controllo regionale sul servizio ferroviario regionale e Sorte persevererà nello scaricabarile sullo Stato».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore