Lega, Forza Italia e Fdi: “Dimissioni Galimberti o sfiducia Malerba”

Il centrodestra chiede novità politiche dopo il commissariamento del Molina

centrodestra varese

Il centrodestra chiede le dimissioni del presidente del consiglio comunale Stefano Malerba e, durante una conferenza stampa, gli esponenti dei partiti di minoranza si spingono fino alla richiesta di eventuali dimissioni del sindaco Davide Galimberti, dopo il commissariamento della Fondazione Molina.

Il segretario cittadino di Forza Italia Roberto Leonardi ha iniziato parlando di giustizia per Andrea Badoglio, l’ex candidato sindaco che si era molto speso per la questione Molina, e ha affermato che quanto accaduto ieri non può non travolgere Stefano Malerba, figura di presidente del consiglio comunale discussa.
Secondo Roberto Puricelli di Forza Italia la maggioranza deve proporre in consiglio comunale una mozione di sfiducia per Malerba e inoltre il vicesindaco Zanzi dovrebbe prendere posizione perché si era fatto garante della mancanza di un accordo con la Lega Civica.

Il consigliere leghista Carlo Piatti ha detto: “Ringrazio maggioranza e opposizione, anche Mirabelli e Alfieri. Questo é uno dei pochissimi casi in cui i partiti si sono uniti per il bene della città”. Piatti ha ricordato che Malerba è stato sostenuto durante la campagna elettorale da Rete55, la tv che ha beneficiato del prestito. Il leghista ha osservato che gli attuali esponenti del Cda sono stati nominati su indicazione dei loro partiti, “ma quando abbiamo visto che qualcosa non andava – ha aggiunto – siamo intervenuti. Il sindaco qualche risposta in più avrebbe dovuto darla e non solo oggi”

Piatti ha osservato inoltre: “Se non ci ha detto la verità sull’accordo con Malerba allora mi pongo delle preoccupazioni per i cittadini, come possiamo fidarci sul resto? Come farà il sindaco ad attuare il suo programma se, come emerso, si trova legato a doppio filo con la Lega Civica che probabilmente una parte di quel programma non lo vuole vedere attuato?”.

“Il suo silenzio é un metodo di lavoro” hanno rincarato la dose di esponenti di centro destra, e Piatti ha aggiunto che ” siamo tornati a prima del ’92, perchè i personaggi sono gli stessi”

Secondo Leonardi, Galimberti poteva intervenire politicamente su Christian Campiotti presidente del Molina, chiedendo più chiarezza, mentre Fabio Fedi di Fratelli d’Italia ha parlato di elezioni amministrative drogate, perché la campagna elettorale é stata sostenuta dalla televisione che avrebbe avuto soldi dal Molina. Per questo motivo secondo lui Galimberti dovrebbe dimettersi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 Novembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore