Bike sharing, 1.100 nuove batterie per pedalata assistita

Grazie all’accordo tra Comune e Ministero dell’Ambiente stanziati 605 mila euro per il rinnovo della flotta. In largo Rio De Janeiro aperta una nuova stazione BikeMi

biciclette bike sharing

Il Comune di Milano, grazie a un finanziamento del Ministero dell’Ambiente, rinnoverà le batterie delle biciclette a pedalata assistita del bike sharing di Milano. Il finanziamento, pari a 605 mila euro consentirà ad Atm di acquistare circa 1.100 batterie al litio per rinnovare il parco delle biciclette rosse del BikeMi, il servizio gestito da Clear Channel.

Attualmente sono in circolo a Milano 4.650 biciclette per l’utilizzo condiviso, 3.650 sono quelle gialle a pedalata tradizionale e 1.000 quelle rosse a pedalata assistita.

Il bike sharing a Milano registra un successo in continua crescita che noi incoraggiamo anche con questo finanziamento. Costituisce un servizio che si integra con la rete di trasporto pubblico e si affianca al car sharing per dare alla città una mobilità sempre più sostenibile”, dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità e Ambiente.

Le biciclette a pedalata assistita sono alimentate con energia prodotta da fonti rinnovabili e le batterie che verranno acquistate all’interno dell’accordo stipulato tra Comune e Ministero dell’Ambiente sono al Litio 36V – 10 AH.

Sempre in tema di bike sharing, oggi viene aperta una nuova stazione del BikeMi, la numero 264 di largo Rio De Janeiro all’altezza di via Andrea del Sarto che ha 24 stalli. E da quest’anno è anche possibile regalare l’abbonamento del bikemi agli amici, basta andare al link www.bikemi.com/it/media/eventi-news/news.aspx#regala-bikemi-con-urbi-20799, anche per un regalo dell’ultimo minuto, facile e sostenibile.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore