Caja prova a pensare positivo: «Sono fiducioso. Questa squadra può fare bene»

Il coach della Openjobmetis viene sconfitto nella gara del suo ritorno sulla panchina biancorossa 60-73 dalla Umana Reyer Venezia. «Fatali i primi 10 minuti»

Openjobmetis - Umana Reyer 60-73

Non è servito a riportare la vittoria il ritorno di Attilio Caja sulla panchina della Openjobmetis, sconfitta al PalA2A 60-73 dalla Umana Reyer Venezia al termine di una gara condotta sin dal primo minuto dai lagunari.

Coach Caja, analizzando la partita, vede nella brutta partenza di partita il motivo principale della sconfitta: «L’inizio è stato abbastanza decisivo per quello che è stato l’andamento della gara. I primi 10 minuti abbiamo subito la partita, Venezia era in grande fiducia e si è visto nel tiro da tre punti, anche quando la nostra difesa ha aumentato l’intensità. Non abbiamo mollato, ci abbiamo creduto. Ai ragazzi ho detto a fine partita che parte tutto da dietro; siamo una squadra che ha bisogno di attaccare in campo aperto. Sono fiducioso, mi aspetto che con i rientri di tutti i giocatori possiamo fare buone cose. Questa squadra ha le capacità per fare bene».

«Johnson nel primo tempo non è stato abbastanza aggressivo – prosegue Caja nella sua analisi della gara -, anche se era il nostro primo terminale designato. All’intervallo gli abbiamo detto di provare a forzare e nel finale ha trovato il canestro con maggiore continuità. Non bisogna essere remissivi e perdere fiducia, questa deve essere una lezione per il futuro. Pelle ha fatto bene in attacco, ma in difesa è ancora ingenuo. Venezia ha dimostrato stasera di essere con pieno merito una delle migliori squadre del campionato ed è seconda con pieno merito».

L’allenatore di Venezia Walter De Raffaele non nasconde la soddisfazione per il successo ottenuto: «Per me è sempre un grande onore vincere a Varese, in un palazzetto che trasuda storia. Detto questo abbiamo fatto una partita difensiva molto attenta, giocando sulle caratteristiche individuali dei nostri avversari. Sono stati bravissimi i ragazzi, che hanno seguito molto bene il piano partita con un ottimo approccio e scavando un solco importante; abbiamo fatto bene e sono contento. Il campionato è ancora molto lungo, dobbiamo rimanere umili e guadagnarci sul campo ogni fetta di pane».

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 27 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore